jump to navigation

E p.c. … settembre 6, 2007

Posted by degradodiroma in Degrado, Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Zappatores

Spett.le   Presidente XV Municipio
               Sindaco di Roma
               Polizia Municipale – XV Gruppo
               Comando Polizia Municipale
               AMA Spa
               Dip. Decoro Urbano del Comune di Roma
               Dip. Ambiente del Comune di Roma
               Dip. Territorio del Comune di Roma
               Dip. Urbanistica del Comune di Roma
               Difensore Civico di Roma
               Assessorato Ambiente del Comune di Roma
               Protezione Civile di Roma

e p.c.   Il Messaggero
            La Repubblica
            Il Tempo
            Corriere Romano
            Il Gabibbo – Mediaset 
            Comitato Petrelli

e-mailCon la presente si segnala il grave degrado ed i pericoli presenti nel XV Municipio, ovvero in Via Salvatore Satta, nella parte adiacente la zona di Largo Petrelli, Via dell’Imbrecciato e sotto il cavalcavia di Via Isacco Newton.
Nella suddetta area si è creato un assembramento abusivo di nomadi ed extracomunitari vari, discarica di immondizie ed accumulo di materiali nocivi.
Quotidianamente vengono accesi fuochi che rendono l’area di tutta la zona inquinata, irrespirabile e pericolosa per la salute.
Numerose e quotidiane sono le telefonate ai Vigili del Fuoco, alla Polizia Municipale, al Comune di Roma, alla Polizia ed ai Carabinieri, che oramai omettono di intervenire, chiaro sintomo di impotenza ed abbandono del problema da parte delle istituzioni.
Nei mesi scorsi c’è stata la denuncia di questa situazione al consiglio straordinario del Municipio ed al Prefetto di Roma, ma nonostante impegni ufficiali e dichiarazioni di facciata nulla è stato fatto di concreto e risolutivo.
E cronaca di quest’ultima settimana la grave aggressione subita da un ciclista nella pista ciclabile vicino a Tor di Valle, prova che il degrado e l’insicurezza ha preso il sopravvento in una vasta area della nostra città .
Nello specifico rimarco questi gravi aspetti :
1- inquinamento dell’aria (per i continui fuochi di plastica ed altro materiale nocivo) e conseguente rischi per la salute causa avvelenamento da diossine della popolazione circostante;
2- inquinamento del terreno e delle falde d’acqua, dovuti ai depositi di immondizia e per i bisogni corporali che hanno trasformato le aree occupate in gabinetti a cielo aperto;
3- pericolo di epidemie (riferibili alle cause dei punti 1 e 2) per le elevate promiscuità  nei campi e rischio di diffusione nel territorio (es. scuole e mercati);
4- sicurezza stradale sull’Autostrada per l’Aeroporto di Fiumicino e Via Isacco Newton (dovuta alle contunue nuvole di fumo che diminuiscono la visibilità  di giorno e soprattutto nelle ore notturne);
5- sicurezza per l’Ordine Pubblico, per la presenza sotto i piloni di importanti e strategiche arterie stradali, di assembramenti incontrollati ed inaccessibili che agevolano condizioni di pericolo;
6- degrado urbano e dell’immagine della città  nel suo complesso, in un’area prospicente l’Aeroporto Intercontinentale e la Nuova Fiera di Roma, dove i numerosi turisti – personalità  politiche – uomini d’affari che percorrono l’autostrada e la ferrovia vengono accolti dalla nostra città con uno standard da terzo mondo;
7- dopo gli sgomberi deve seguire prontamente un’azione di bonifica e di presidio delle aree soggette ad occupazioni, altrimenti il problema si ripropone il giorno dopo (come già appunto è avvenuto anche recentemente);
8- aree di illegalità  ed insicurezza: sotto il cavalcavia di Via I.Newton ed all’interno della struttura dell’ex-Oleificio abbandonata, dove è presente il campo abusivo; non esiste il controllo del territorio;
9- spesso i treni in passaggio sono contretti a rallentare e/o fermarsi, evidentemente perchè c’è un intenso attraversamento di persone (con materiali vari) sui binari della ferrovia. Per tutte le situazionii di cui sopra, sarebbe inoltre da verificare le eventuali e specifiche responsabilità  penali, per chi le genera e per chi non provvede alla loro soluzione.

Tutti parlano di modello Roma., ma Roma è sempre più una città  che cerca di nascondere lo sporco sotto il tappeto.
I problemi di una grande città  (il traffico, la sicurezza, la legalità, la salute e l’ambiente) sono continuamente elusi, non affrontati e/o irrisolti dalle istituzioni preposte.
Va da sé che Roma è bellissima, ma certo se continuiamo a trascurarla presto diventerà una città  da Terzo Mondo anche in centro, come per molti aspetti già  si presenta in periferia.

Un cittadino di Roma

Commenti

1. Daniele - settembre 6, 2007

Non mi stancherò mai di chiedermi per quale motivo, visto che le leggi ci sono, non vengano applicate.

Come diceva Leonardo Da Vinci: “Chi non punisce il male comanda che lo si faccia”…

2. Albert1 - settembre 6, 2007

Giustappunto mi chiedevo dove altro (oltre che dietro casa mia) fossero finiti i simpatici ospiti del neosgomberato campo di via dell’ Imbarco…
Non hanno avuto bisogno di andare tanto lontano, vedo.
E occhio, perchè un’altro centinaio arrivano dal Residence Bravetta, tanto fra un po’ li cacciano da via Mazzacurati.

Nulla si crea, nulla si distrugge: niente di più vero.

3. Albert1 - settembre 6, 2007

Oddio, ho scritto “un altro” con l’apostrofo.
Si vede che non sono pienamente in me, eh ? 🙂

4. Andrea Rossi - settembre 6, 2007

Anch’io rimango tuttora basito di fronte al lassismo, le leggi e le regole ci sono, perche’ non si applicano ? Perche’ le si ritiene sbagliate ? In tal caso le cambiassero, ma se si invece sono spesso giuste (come io penso) allora perche’ non si applicano ? Per la scarsita’ di forze dell’ordine ? Impossibile, in Italia opera la Polizia, i Carabinieri, la Finanza, la Penitenziaria, la Forestale e la Municipale, nessun paese d’Europa dispone di questa quantita’ di uomini dedicati all’ordine pubblico, ed allora ? Fannullonagine delle forze dell’ordine o direttive politiche ? Forse entrambe…

5. alessandro c. - settembre 12, 2007

la Polizia: no è di competenza dei carabinieri…..i carabinieri: no è di competenza della finanza…la finanza: no è di competenza della municipale….la municipale: no è di competenza della forestale….
FORSE E’ PROPRIO QUESTO IL MALE DELL’ITALIA……siamo tedeschi al contrario…quando si tratta di non lavorare…come l’ AMA…se devono pulire fino al civico 11 e al 12 c’è un pezzo di carta in terra…STATE SICURI CHE RIMARRA’ LI’……lasciamo perdere poi i politici….vanno pure a lavare i vetri per difendere certa gente…io ce li manderei veramente!!!!!!!


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: