jump to navigation

Roma è sporca .. perchè … luglio 27, 2007

Posted by degradodiroma in Segnalato da ..., Sporcizia.
trackback

Segnalato da : Anna Bianchi

  1. Roma è bella ma è sporca e degradata. Ogni angolo dal centro alla periferia nasconde piccoli ammassi di rifiuti, ogni aiuola è un ricettacolo di cartacce, ogni strada è sporca , ogni cassonetto è una piccola discarica.
    E poi non capisco perchè quando finalmente qualcuno taglia l’erba nelle aiuole, prima non toglie i rifiuti, ma li ” macina” e li sparge ovunque.

  2. Roma è’ sporca perchè moltissimi cittadini, nonstante il loro “amore” per la città , la sporcano e la deturpano senza il minimo rispetto per il prossimo e per la città stessa, gettano rifiuti in strada, lanciano il sacco dell’immondizia dalla macchina, o lo lasciano sul marciapiede a marcire, e poi magari trovano la scusa dei “turisti sporcaccioni”.

  3. Roma è sporca perchè le strade vengono “pulite” una volta ogni quache mese, quando va bene, senza lavaggi, alla faccia delle tasse dei cittadini e di contratti di servizio.

  4. Roma è sporca e degradata perchè la pulizia NON è una priorità del SINDACO (ma non vede le strade quando transita per raggiungere i numerosi luoghi di inaugurazione!!) e dall’amministrazione NON è una priorità per la cittadinanza che da tempi atavici è abituata a vivere nella sporcizia senza farci caso.

  5. Roma è sporca perchè molti cittadini non fanno caso al degrado , non notano la sporcizia, non interessa che i luoghi pubblici dove passeggiano e portano i figli siano puliti. Speriamo almeno che a casa loro e a casa del sindaco non vi sia lo stesso degrado presente nel marciapiede sottostante.

da degradodiroma : mi piace l’idea di contare le differenti motivazioni del “Perchè Roma sia sporca”, che comunque rappresenta 1 ed 1 sola delle cause del degrado in cui versa la città. Vorrei che questo elenco si ampliasse, o approfondisse nei punti già sollevati da Anna e da oltre 1 anno di blog.  Io personalmente aggiungo :

6. Perchè gli spazzini sono per la maggior parte, “NON VEDENTI E NATI STANCHI”, e lasciano in terra il 60% della mondezza.

7. Perchè non esiste una vigilanza del territorio con conseguente multa ai danni di chi si comporta incivilmente.

8. Perchè “anche” i turisti, trovando un luogo già sporco, non lo rispettano e si comportano incivilmente.

9. Perchè troppi nomadi, troppi extra-comunitari senza casa e lavoro, vivono la città come un unico grande accampamento.

Annunci

Commenti

1. ioioioio - luglio 27, 2007

Il punto 7 secondo me è fondamentale. Ovvero le sanzioni a chi sporca. Io osservo quotidianamente gente che fa cagare i cani ovunque senzapulire e senza avere l’occorrente per farlo con se. Quotidianamente dai finestrini delle automobili si gettano cartacce in corsa. Se scrivi al municipio ti risponde che i vigili deputati al sanzioamento di questi comportamenti scorretti hanno altro da fare. Cosa non si sa!

2. spicca - luglio 27, 2007

Roma è sporca perchè specialmente nel centro storico mancano i cestini ed i pochi che ci sono , sono sempre pieni……..

3. Alessandro - agosto 2, 2007

Roma è sporca… solo a terra?
I muri dei palazzi, dei monumenti sono tappezzati di scritte e affissioni di tutti i tipi.
Avrei una proposta salomonica, indolore e di poca spesa.
Invece di far pulire il tutto a ditte specializzate, perchè non condannare a chi viene pescato di ripulire il tutto ?
Naturalmente, visto che hanno soldi da spendere in bombolette di vernice o per pagare tipografie, i vari prodotti di pulizia saranno a carico loro 🙂

4. degradodiroma - agosto 2, 2007

Per Alessandro : Roma è il “Paese della cuccagna”, dici “chi viene pescato ..” a me non sembra che ci sia vigilanza del territorio, ed anzi quei pochi sparuti vigili che si provano a far rispettare le regole, rischiano in alcuni casi anche l’incolumità. Ed intanto c’è chi scrive sui muri, chi orina agli angoli delle strade, chi dorme sui giardini-pagliai, chi si lava nelle nostre fontane, chi lava i panni alle fontanelle, chi stende i panni sulle panchine, … tutto è permesso a Roma !

Comunque tutti daccordo certamente con la tua proposta salomonica !! 😀

Laura

5. Stefano - agosto 2, 2007

Non solo i pochi vigili urbani che tentano di far rispettare la legge rischiano l’incolumità, ma addirittura questi stessi vigili prestano servizio per carico del comune di Roma, ovvero un’amministrazione che promuove l’autodistruzione di opere d’arte. Il parcheggio del Gianicolo, Ponte Milvio e il futuro parcheggio del Pincio ne sono l’emblema.
D’altronde, come qualcuno ben dice “oltre il 50% del patrimonio artistico mondiale si trova in Italia, il resto al sicuro”

6. Renato1975 - agosto 2, 2007

Oddio, ma qualcuno di voi è passato per Piazza della Rovere?
Check it out!

http://www.loccidentale.it/node/5009

7. Romina - agosto 3, 2007

L’ho letto tutto di un fiato, riconoscendo i luoghi a me cari. Ma nel testo, chiaro e inconfutabile, voglio estrapolare questa frase :

“Non c’è ancora un chiaro piano di recupero della città storica, non esiste cultura della manutenzione e al contrario si afferma una subcultura della “riqualificazione”, che nella maggior parte dei casi segna lo scempio di luoghi tradizionali, storicizzati e amati dai romani, che andrebbero solo conservati in modo civile;”

8. Renato1975 - agosto 4, 2007

A me ha colpito più questo passagio:
Roma è una città “nella quale manca ancora, nonostante i tentativi di coordinamento, una politica coerente e coordinata per la realizzazione delle opere pubbliche e dove non esistono parchi urbani significativi dal punto di vista paesaggistico e architettonico, come è invece accaduto in tante altre città europee; soprattutto è una città nella quale le nuove residenze vengono ancora realizzate con criteri progettuali ed estetici estremamente discutibili”. Insomma altro che “Modello Roma”. Caro Veltroni se non si vuol fidare di noi, si fidi almeno di quel che dice un professionista di valore. Sull’architettura a Roma c’è molto da lavorare, moltissimo.

A proposito, passa per Via dei Fienili, e guarda che scempio di pavimentazione hanno realizzato….

9. Renato1975 - agosto 4, 2007

passaggio… passaggio 🙂

10. Marcus - agosto 5, 2007

Sono d’accordo con tutti i punti di Roma e’ sporca perche’……
Ma il punto fondamentale (secondo me) e’ che Roma e’ sporca
per tradizione ed accettazione dello status quo.Roma e’ sporca ormai da molti anni, ma lo e’ soprattutto per il disinteresse, la sfiducia e la rassegnazione dei cittadini.Se molti ,molti i Romani di piu’ si incazzassero tempestando di e-mail i vari siti del Comune, dell’AMA minacciando denuncie per inadempienza da parte dell’amministrazione,le cose almeno in parte cambierebbero. Purtroppo i cittadini sensibili al tema sono una esigua minoranza….Piu’ che fare blog bisognerebbe darsi una sorta
di organizzazione che si occupi solo di questo.Girando parecchio
per l’europa, e da un po’ di anni , devo dire che le situazioni di degrado visibili giornalmente nella ns. citta’ difficilmente si vedono nelle altre capitali europee dal nord al sud compresi molti “poveri” paesi dell’est.E’ soprattutto un problema di DNA,che coinvolge tutti
i cittadini o quasi.Un classico di questi giorni e’ il taglio delle erbacce
sui bordi strada,operazione che viene puntualmente eseguita lasciando a terra cartacce bottiglie e rifiuti di ogni genere !
Se non si fa “massa” le cose difficilmente cambieranno .
Con profonda disillusione,
Marcus

11. gio - agosto 20, 2007

Roma è sporca perché i romani la sporcano.

Se nessuno getta carte o immondizia per terra non c’è quasi bisogno di spazzini ne di vigiliurbani ne di multe o presidi del territorio.

Quando vediamo qualcuno che getta qualcosa a terra richiamiamolo a gran voce invece di lamentarci che non c’è un vigile a fare la multa o un netturbino a raccogliere subito lo sporco!!

Facciamo diventare “fico” e “di moda” essere puliti e rigorosi e magari rispettosi delle regole.

12. Valentino - novembre 13, 2007

in effetti il piu´grosso problema consiste nella mentalita´stessa delle persone,a cui non e´ mai stato insegnato a tener pulito,a rispettare la natura, gli spazi in citta,ad usare i bidoni etc.;cose che dovrebbero essere insegnate in famiglia ed a scuola.
secondo massivo problema:Le enti pubbliche,il comune, che non rispettano tempi di pulizia (al massimo al centro per i turisti).
Per non parlare di TUTTI i soldi che spariscono nelle viscere del comune e delle enti statali;mentre l´infrastruttura scuole,strade,parchi etc. sono in degrado da anni.
Comunque e´un problema che riguarda parte dell´italia
e non solo Roma.Oramai e´qualche anno che vivo all´estero,la differenza dei servizi sociali,poste,ospedali e´esasperante.
In Italia non hai mai funzionato e mai funzionera´niente o poco niente purtroppo.

13. rux - novembre 16, 2007

sono pienamente d’accordo!in Italia manca la mentalità di tener pulito!non viene proprio insengnato ne dalla scuola ne dai genitori(che in alcuni casi sono peggio dei figli!) comunque penso che si dovrebbe promuovere ed educare a tener pulito l’ambiente con cartelloni tipo pubblicitari,spot televisivi e magari qualcosa cambia!

14. Robi - novembre 21, 2007

Ok,abbiamo tutti ragione ma poi ? C’e soluzione? Per me non cambiera’ mai niente e non ci sentira’ nessuno. Dovremmo cambiare solo la testa…

15. Un primo bilancino « Il degrado di Roma - luglio 17, 2008

[…] una ricerca sul perchè Roma è sporca ed è nel più completo degrado è già stata fatta in Roma è sporca perchè .. e su S.P.Q.R. Sono Sporchi Questi Residenti ma comunque poi tutto il blog ne è un’ampia ed […]


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: