jump to navigation

Nuovi ruderi giugno 26, 2007

Posted by degradodiroma in Segnalato da ..., Telefoni.
trackback

Segnalato da : Stefano

Chi lo dice che i ruderi a Roma sono solo quelli di epoca imperiale ?
Tante volte se ne vedono alcuni di epoche più recenti.
Ecco quindi a voi una delle rassegne di arte contemporanea più in voga a Roma, quella degli ex telefoni :

la prima foto ritrae una cabina a Corso Trieste, ormai distrutta, senza nè porte nè vetri;
la seconda foto ritrae un telefono pubblico a via Forlì;
la terza invece è stata scattata su via Tiburtina, ma lo scenario non cambia.

E mi raccomando, se vi capita di passare in queste zone, assicuratevi che il cellulare sia sempre carico, altrimenti sono guai  🙂

nuovi ruderi  nuovi ruderi  nuovi ruderi

Annunci

Commenti

1. Andrea Rossi - giugno 26, 2007

Esulo leggermente dall’argomento per raccontarvi cio che ho visto poco fa su Unomattina.
Allora, ospite della trasmissione era l’architetto Fucksas ( o come diavolo si scrive) invitato dal conduttore per commentare alcune notizie ma soprattutto per parlare di Veltroni e di urbanistica, ebbene ad un certo punto dopo aver decantato le virtu’ di Veltroni il nostro Fucksas viene interrotto dal conduttore che gli spiattella in faccia un’indagine da cui risulta che i cittadini romani bocciano totalmente il trasporto pubblico cittadino e che denunciano vivacemente la scarsa sicurezza della citta’, ebbene a questo punto e’ stato divertente vedere Fucksas arrampicarsi sugli specchi per non negare la realta’ senza attaccare il supersindaco, alla fine il nostro genio ha partorito un idea geniale ovvero dare la colpa ai cittadini, capito ? Sostanzialmente ha detto che la colpa e’ dei cittadini che NON PROTESTANO !!! Vi rendete conto ? Oltre il danno la beffa…
Capisco che l’alzataccia fatta da Fucksas per partecipare alla trasmissione possa aver contribuito a fargli dire simili eresie, ma sentirsi fare le prediche da uno che sta guadagnando milioni grazie a Veltroni e che non avra’ mai preso un autobus in vita sua e’ veramente troppo.
L’unica colpa dei cittadini e’ aver votato Veltroni (hanno l’attenuante della buona fede poiche’ il potere incantatore del Supersindaco e’ indubbiamente notevole).

2. Renato1975 - giugno 26, 2007

Mi sorprende tutto ciò, perchè in passato Fuksas ha anche attaccato Rutelli prima e Veltroni dopo…

3. Albert1 - giugno 26, 2007

Ecco come funziona, ora ho capito!
Parlare di sicurezza con un architetto, e magari di arredo urbano con un prefetto. Non mi stupisce che le cose vadano come vanno…
A quando un incontro, che so, con una delegazione di Rom per stabilire forma e colore dei nuovi cassonetti ? Ah no, quello avrebbe un senso, sono esperti davvero loro… nonono nonsipuòfare… 🙂

Ma poi dai, le cabine telefoniche: ma che roba d’antiquariato è ? A cosa servono più, mi chiedo io, sfido che le sfasciano… non capiscono proprio di che si tratta! Siamo noi che siamo dei nostalgici reazionari e magari anche un po’ fascisti.

Un inciso serio, però: in effetti, oggi come oggi il telefono pubblico non ha più una grande utilità (in caso di emergenza uno riesce sempre a scroccare una chiamata veloce a qualcuno). Per togliere d’impaccio l’amministrazione (e per togliere un po’ di soldi in appalto alla Telecom) io piazzerei, al posto delle cabine, dei “totem” blindati (tipo colonnina SOS), con telecamera e citofono ed un solo grande tasto per chiamare AIUUUUUTO ! In altri paesi (ma anche qui da noi) ne ho già viste, credo sarebbero oltremodo utili (e meno vulnerabili).

4. Andrea Rossi - giugno 26, 2007

x Albert

Si le ho viste anch’io questo tipo di colonnine, una l’ho vista al laghetto dell’Eur ed infatti ne rimasi piacevolmente colpito, invece a proposito di cassonetti vi volevo chiedere se nei vostri quartieri hanno sostituito i vecchi cassonetti (quelli verdi) con quelli nuovi (grigio scuro), io giro molto la citta’ ed ho visto che li hanno sostituiti molti ma non tutti, ad esempio nel mio quartiere (Pantan Monastero – XVIII municipio) ci sono ancora quelli vecchi (rotti chiaramente), ma che il Supersindaco lascia le cose a meta’ ?

5. Daniele - giugno 26, 2007

Rispondendo a tutti:

– a me veltroni non ha mai incantato… anzi, quelle facce da finto buonista mi fanno solo venire ilk voltastomaco.

– le cabine telefoniche potrebbero servire a chi, come tanti anziani, non possiede il cellulare. A chi il cellulare se lo è scordato, ce l’ha scarico, ecc. Scroccare una chiamata a qualcuno alle 4 di mattina la vedo ardua 🙂

– l’idea dei totem è buona.

– nel mio quartiere i nuovi cassonetti ci sono, ma li ritengo una spesa inutile, visto che gli altri erano ancora nuovi. Secondo me c’è di mezzo l’appalto-mafia per far guadagnare altri soldi alle nostre spalle.

6. Andrea Rossi - giugno 26, 2007

Per carita’ Veltroni non incanta piu’ nemmeno me (alle prime elezioni me c’ha fregato…).

Sono d’accordo con le cabine, sono tutt’ora utili.

Sull’appalto-mafia posso anche essere d’accordo, d’altronde siamo in Italia…Esteticamente mi piacciono abbastanza ma ho saputo che gli zingari vanno a caccia delle parti pendolanti di gomma per farne non so cosa (in effetti molti gia’ ne sono sprovvisti).

p.s.: Ho visto le pubblicita’ sul decoro urbano piazzate sugli autobus ovvero il colmo dei colmi, cioe’ vedere pubblicita’ a favore della bellezza su autobus che sono i piu’ brutti e sporchi d’europa.

7. degradodiroma - giugno 26, 2007

Appunti vari :
– L’argomento cassonetti è stato più volte affrontato nel blog, e cito a campione due post Che paura ! e Cassonetti ed inciviltà
– Per le ex-cabine telefoniche esiste una CATEGORIA apposita di raccolta dei post, cui anche questo fa parte, quì sulla barra laterale di destra.
– I cittadini NON PROTESTANO ?, secondo me i cittadini intasano le caselle di posta e-mail dei Municipi e del Comune, lasciano reclami al numero 060606, vanno presso i Municipi a chiedere l’intervento di qualcuno, scrivono all’AMA, mandano lettere a giornali e blog di vario tipo, ed ancora non basta ? già forse bisogna scrivere a qualche Santo in Paradiso …ma il giornalista di turno forse non ha saputo rispondere a dovere “”””all’architetto”””” Fuksas o come al solito avrà voluto lisciargli le piume !!
Ciao. 😀
Laura

8. Alessandro - giugno 26, 2007

La cosa divertente e’ che la cabina “sfasciata” di corso trieste e’ accanto alla locale centrale telefonica di quartiere.. e’ il palazzo che si vede dietro.

9. peterstride - giugno 26, 2007

Ho fatto di tutto per conoscere un indirizzo mail della Telecom per segnalare le cabine telefoncihe/rottame.
NIENTE DA FARE.

Di recente ho mandato 2 volte ad un indirizzo mail generico della Telecom la richiesta di conoscere un riferimento speicifico.
NEANCHE MI HANNO RISPOSTO.

Qualcuno di voi sà cosa fare?

10. Daniele - giugno 26, 2007

Per peterstride: contattare la Telecom via email è impossibile, se me lo dicevi ti risparmiavi la fatica 🙂
Devi contattarli tramite il 187.

Laura ha ragione, i cittadini scrivono senz’altro, ma se dall’altra parte non c’è nessuno che smista le email o le lettere e le inoltra a chi di dovere c’è poco da fare…

11. peterstride - giugno 27, 2007

Per Daniele: anche contattare il 187…..TE LO RACCOMANDO !

12. patrizio - agosto 23, 2007

per le cabine il numero è 800134134

13. Fabrizio Santori - ottobre 8, 2007

i nuovi cassonetti

RIFIUTOPOLI questa è la Roma di Veltroni

filmati su youtube

LE LAVACASSONETTI

I NUOVI CASSONETTI

VELTRONI AUMENTA LE TASSE AI ROMANI PER RIPIANARE IL DEFICIT DELL’AMA…

… MA L’AMA INCASSA DECINE DI MILIONI PER SERVIZI MAI RESI E PER COMPRARE CASSONETTI CHE SI SFASCIANO.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: