jump to navigation

Ponte di Nona giugno 23, 2007

Posted by degradodiroma in Degrado, Segnalato da ....
trackback

Caro Presidente .. ti scrivoSegnalato da : Simone Paoletti

Spett.le  presidente dell’VIII Municipio di Roma, Fabrizio Scorzoni,
 
ho trovato su YouTube questo video sul quartiere di Ponte di Nona.
http://it.youtube.com/watch?v=VSzPLbxxDio
Queste immagini non sembrano sposarsi granché con i racconti (di fantascienza) che sento fare dal sindaco e dai suoi emuli in carriera sul presunto “modello Roma“.
Ma niente paura, sono voci di cittadini che trovano a malapena spazi residuali sui grandi giornali della Capitale (Messaggero, Tempo, Repubblica, Corriere della Sera), di proprietà dei costruttori e/o fortemente finanziati da questi e sempre attenti a restituire (per riconoscenza?) un’immagine efficiente e positiva del sindaco Veltroni.
Le auguro buona visione.
Simone Paoletti
http://casilina18.free.fr

Annunci

Commenti

1. Stefano - giugno 23, 2007

Il video è molto bello, oltre ad essere inquietante. Fa capire molte cose, a chi vuole aprire gli occhi. Il problema purtroppo è risaputo, in questa città hai voce in capitolo solo se sei un costruttore, un immobiliarista,uno speculatore, un albergatore o un artista (compresi in questa categoria anche i giovani “incompresi” che si divertono a dipingere i muri).
Ci possiamo comunque vantare di essere l’unico paese occidentale a potersi permettere di costruire un quartiere di 50mila abitanti, un pò come se tutta Viterbo si trasferisse a Roma, senza un minimo servizio, dagli asili nido, ai commissariati, alle strade, alle metropolitane, alle ferrovie. L’unica cosa che hanno costruito, e che secondo loro doveva “riqualificare” (che intelligenti che sono…o forse sono solo furbi), era il centro commerciale più grande d’Europa (che onore…) e che ha dato il colpo di grazia finale. La Collatina è rimasta la strada degli inizi del 900, la Prenestina anche, la Tiburtina non ne parliamo, la fr2 è ancora a binario unico con la stazione di Lunghezza in mezzo al fango, di treni ne passa uno ogni ora,se va bene, e come se non bastasse continuano a fargli costruire case!! Chissà…forse un giorno senza accorgercene Ponte di Nona sarà finalmente arrivata a Subiaco.
A Veltroni vorrei dire che probabilmente Madrid non ha adottato il modello Roma, ma 4 anni fa hanno iniziato a costruire un grande quartiere alla periferia sud della città, oggi, 2007, quattro anni dopo, il quartiere non è finito ma è già servito da una stazione della metropolitana “La Peseta”, linea 11 (undici….mica A e B) della metropolitana.
Beati gli ottimisti

2. Renato1975 - giugno 23, 2007

Sacrosante parole, Stefano… sacrosante parole… ma prova a scrivere queste considerazioni sull’altro blog (06blog tanto per intenderci) e vedrai quante falci e quanti martelli ti tireranno addosso… c’è chi ci crede veramente nel modello Roma… e chi addirittura sostiene che Roma diverrà una città urbanisticamente all’avanguardia come Barcellona 😀

3. Stefano - giugno 23, 2007

Ma già ci scrivo su 06 blog,solo che lo faccio con un nome in codice, e le falci e i martelli me li tirano addosso ogni volta 😀 tra qualche anno vedremo chi aveva ragione..
Io ho fatto esperienza degli anni passati, e qualcosa mi dice che non cambierà un bel niente..pazienza,le valige sono già pronte 🙂

4. Renato1975 - giugno 24, 2007

Hai ragione… sicuramente accadrà qualcosa che toglierà in via definitiva qualsiasi dubbio che Roma è ormai come Napoli…

5. Romina - giugno 24, 2007

a distanza di dieci anni anche le falci/martelli hanno ammesso che l’immigrazione ha portato criminalità, mentre quando lo dicevo io mi dicevano : ” e allora tutti gli italiani che delinquono? Gli italiani sono tutti buoni?” e ora dicono “legalità a tutti i costi” e il ministro dell’interno dice “spiace dirlo ma 3 sono le etnie che maggiormente delinquono in italia: rumeni,albanesi, marocchini”. Mi sono incavolata perchè 10 anni fa mi davano della razzista!

6. Andrea da Milano - giugno 24, 2007

Non ho intenzione di fare il buonista a tutti i costi “ALLA VELTRONI STYLE”,ma è vero eccome che una parte degli immigrati porta delinquenza,ma sostenuti anche da italiani delinquenti e indotti a vivere in condizioni di precariato, a causa di uno Stato che non riesce ad introdurli nel mondo del lavoro.Se le condizioni fossero migliori ci sarebbe meno delinquenza diffusa.
E poi per quanto riguarda il cosiddetto modello Roma…,attraverso una fonte di internet ho letto che Roma possiede oggi un’economia dinamica e diversificata che produce circa l’8% del PIL nazionale (più di ogni altra città del Paese) e continua a crescere con un tasso superiore alla media nazionale; nel 2005, a fronte di una crescita Nazionale dello 0,1%, il PIL della città di Roma é cresciuto ben del 4,1%, mentre nel periodo 2001-2005 l’incremento è stato addirittura dell’undici per cento.
Non so le ragioni che hanno causato questo progresso alla città,ma se questa amministrazione avesse gestito proprio così in maniera tragica e irresponsabile,queste considerazioni non ci sarebbero state.
E poi so che voi criticate Roma per poterla migliorare,ma certe volte mi sembrate accanirvi a priori,e potete andare a braccetto con dei miei amici che sostengono che Roma sia popolata da svogliati e da parassiti che vivono alle spalle del Nord.A me fa male sentir questo,nonostante io sia milanese al 100%.E poi ricordate che la parte politica, che mi sembra che voi sosteniate, è alleata con coloro che con la bandiera italiana ci pulivano il c**o,e urlava, e urla ancora “Roma ladrona”.Ecco non so quanto bene in più potrebbero fare queste persone alla vostra città.

7. Andrea da Milano - giugno 24, 2007

Da notare bene che i dati sull’economia di Roma non provengono dal sito ufficiale di Veltroni o da quello dei DS,ma da fonti autonome ed imparziali.

8. Renato1975 - giugno 24, 2007

Oddio, di nuovo con questa storia… io ormai ho perso il conto di tutte le volte che mi son sentito snocciolare questi dati… e di tutte le volte che ho dovuto contestarle… ma grazie ad Andrea da Milano ho scoperto che la qualità della vita è legata alla pubblicazione di dati, numeri e statistiche, e non a – chessò – all’avere un parco curato sotto casa, delle vie pulite ed ordinate, dell’edilizia residenziale di qualità, e così via…
Grazie Andrea, mi hai aperto nuovi orizzonti…

9. Andrea da Milano - giugno 24, 2007

Ok,i dati non sono tutto ma comunque hanno anche loro una certa rilevanza.E poi se fossimo in un paese normale..,nel momento in cui il PIL cresce,dovrebbe crescere anche la qualità dei parchi,dell’edilizia,delle strade della città.Ma visto che stiamo in Italia,tutto ciò non è possibile.Grazie a te per il sarcasmo…

10. Stefano - giugno 24, 2007

Andrea,forse hai letto gli stessi dati che davano Roma al primo posto tra le città a misura di bambino. Solo chi ci vive sa che qui esistono interi quartieri che sono addirittura sprovvisti di marciapiedi e parchi attrezzati in molte zone popolose (che so…Pietralata,Finocchio,Labaro tanto per citarne qualcuna), quindi queste miracolose statistiche lasciano il tempo che trovano.
Qui non si fa nessuno critica a priori, ma semplicemente si riportano i fatti. Se la giunta fosse stata di un colore diverso, il mio impegno nel constatare manifestazioni di degrado sarebbe stato uguale, o almeno proporzionale alle negligenze dell’amministrazione.
I dati sull’economia romana sono poi quelli in assoluto più taroccabili.
Consiglio di leggerti “Metello”,di Vasco Pratolini..una storia abbastanza semplice, ma da quel libro si può capire benissimo come una speculazione edilizia (in quel caso Firenze 1860-1900) vada ad arricchire le solite persone (non certo i muratori che lavorano in nero…).
Ora, è risaputo che a Roma uno dei settori che traina l’economia è quello dell’edilizia, dopo un breve stop tra la metà degli anni 70 e gli anni 90 si è ripreso a costruire senza sosta, e ,in alcuni casi, non rispettando il PRG. A questo incremento dell’edilizia non è stato affiancato uno sviluppo dei trasporti, che sono rimasti paradossalmente quelli degli anni 90, tranne 4 km di prolungamento della linea A.
E per questo dico…come si può anche solo pensare che a Roma dagli anni 90 la vita sia migliorata, quando si sono di fatto trasferiti migliaia di Romani in periferia (costretti anche per via degli affitti sempre più alti) senza offrire loro alcuna alternativa all’auto privata?!

Mi dispiace,io non sostengo proprio nessuno,specialmente se si tratta di politici, ma vorrei solo dire che probabilmente Veltroni fa danni cento volte maggiori di un leghista, visto che qualunque persona del nord,trovandosi di fronte alle scene che quotidianamente commentiamo,potrà pensare davvero che questa sia una città di incivili scansafatiche…e ho detto tutto

11. Andrea da Milano - giugno 24, 2007

Anche tante scene che può offrire Milano possono far sembrare che i milanesi siano scansafatiche e incivili,visto che è stracolma di problemi tra cui i graffiti,mancanza di servizi e di collegamenti metropolitani,disagio sociale….Semmai tutto ciò non rende onore a Milano,che essendo la capitale economica e “morale” d’Italia,si ha la pretesa e l’aspettativa che sia una città in stile nord europeo e all’avanguardia.Soltanto chi vive qui e ha spirito d’osservazione può contrastare il “modello Milano” che i mass media divulgano e fanno credere funzionante.Tv e realtà,come altre volte non sono la stessa cosa.
Attenzione comunque che si rischia così che i primi ad incrementare i “luoghi comuni” e le considerazioni negative su Roma siano proprio i romani,e in un certo senso date corda al popolo padano…(ma la padania esiste davvero o è frutto dei celoduristi???bhooo,va bhè)!
Infine tutte le città hanno i loro problemi e bisogna denunciarli ma evitando di creare generalizzazioni nate da pre-concetti.

12. degradodiroma - giugno 25, 2007

Io periodicamente rispolvero il post Berlusconi sindaco di Roma, e lo faccio ancora una volta per Andrea da Milano.
Vedi la questione “pre-concetta”, a molti simpatica, sembra essere il punto di forza di chi non vuole a tutti i costi denunciare perchè non può. Ricordo Furio Colombo che disse in occasione della campagna elettorale per il secondo mandato .. “noi amiamo Veltroni …” (a prescindere … , ed era questo il senso della sua affermazione), per altro ” le considerazioni negative su Roma siano proprio i romani,e in un certo senso date corda al popolo padano…”, beh ! non posso fare lo struzzo e non ammettere l’evidenza, se così facessi darei oltre alla corda …. anche il sapone !!
Ciao. 😀
Laura

13. Andrea da Milano - giugno 25, 2007

Milano è governata dal centro destra fin dai primi anni 90 e tante cose non vanno… un’inchiesta durata un anno, piena di verbali e documenti mai prima trapelati nelle cronache, svela il malessere profondo di quella che fu la “capitale “morale”. E l’ombra di una seconda Tangentopoli, forse peggiore della prima perché coinvolge anche i semplici cittadini: è il business miliardario dei parcheggi anti-smog, 200 terreni pubblici affidati a imprese edilizie legate ai partiti, che stipendiano direttamente i controllori inviati dal Comune per sorvegliare i loro cantieri, fra gare d’appalto dove compaiono anche verbali alterati.
Migliaia di milanesi sborsano prezzi raddoppiati per box-auto mai costruiti, o sono costretti a pagare per i danni causati ai loro palazzi. Mentre il traffico strangola la città, l’inquinamento sfonda tutti i limiti fissati dall’Unione Europea, e Comune e Regione ammettono nei loro documenti riservati di AVER COMUNICATO PER ANNI AI CITTADINI DEI DATI ERRONEI SULLE POLVERI SOTTILI!!!!Ma si ammala anche la sanità: 8 grandi ospedali sotto inchiesta per rimborsi gonfiati o estorsioni ai pazienti, 11 medici lasciati a “curare” i milanesi di notte o nei giorni di festa, quando invece i dottori della guardia medica dovrebbero essere almeno 60 o 70. E dulcis in fundo, il ticket sanitario più caro d’Italia,. mentre si cerca di appaltare ai privati perfino i servizi di pronto soccorso..Milano, che ha l’azienda trasporti, l’Atm, più ricca e redditizia d’Europa, e insieme i peggiori trasporti pubblici fra tutte le grandi metropoli del continente (l’aeroporto di Linate dista 5km dal Duomo e non è collegata dalla metro…,dopo anni di promesse); Milano, ormai così in preda alla criminalità di strada da dover inventare i “semafori anti stupro”. Milano, ferita e umiliata, che oggi scopre come la morte di Tangentopoli sia stata solo apparente.
Mi risulta comunque che il sindaco sia la Moratti e il governatore regionale sia Formigoni….appoggiati fortemente da Berlusconi…e questi SCANDALI non sono mai stati reclamati..MAI!!!
E poi per quanto riguarda i padani,loro disprezzano i romani,in quanto sono semplicemente romani,e senza seguire un discorso serio composto da elementi reali.Spero che il caso sia finito qua se no potrebbe diventare una discussione infinita…
ciao ciao…

14. Renato1975 - giugno 25, 2007

Andrea, NESSUNO in questo blog sostiene che Milano ed il Nord siano la civiltà della bellezza e della perfezione: io personalmente sono stanco di dover ricordare che in questo blog non si fanno paragoni tra Roma e Milano!
Se Milano fosse, come dici tu, peggio di Roma, credi che a me fregherebbe qualcosa? NO!
Io non sono così ingenuo da pensare che a nord di Roma ci sia il paradiso terrestre: sono reduce da un breve viaggio prima in Liguria e poi nelle Marche, e sai cosa ho visto lì, oltre (ovviamente) a splendidi monumenti storici?
Tante cose che mi ricordano Roma: traffico, degrado urbano, proliferazione di cartelloni pubblicitari e cementificazioni selvaggie!
Dovrei sentirmi sollevato per questo? NO, PERCHE’ IO VIVO A FRASCATI, PROVINCIA DI ROMA! …pur riconoscendo che i problemi di Roma sono comuni a molte città d’Italia, che sono davvero lontane per standard qualitativi dalle realtà europee…
Se tu sei esasperato dai problemi di Milano, bè, apri un bel blog intitolato IL DEGRADO DI MILANO, al fine di attirare l’attenzione della cittadinanza meneghina sul traffico, sui graffiti, sulle periferie dimenticate, sulle speculazioni edilizie, e così via…
Ma ti prego, basta con questo trashissimo confronto Roma vs Milano… è roba da Boldi-DeSica!
E ti ripeto, i dati mi interessano poco: come non mi sfamo con le etichette sui cibi, i dati non mi daranno nulla in termini di qualità della vita…

15. Albert1 - giugno 25, 2007

Milano = Roma = Grande Metropoli.
Con tutto quel che ne deriva, annessi e connessi.
Il fatto che a Milano la giunta sia di “destra” (ahahahah!) e a Roma di “sinistra” (ariahahahahah!) non è che cambi la cosa.
Roma è di “sinistra” da sempre, e quando era DC era di sinistra uguale. Non potrebbe essere altrimenti, visto che è la città dei Ministeri, degli Enti, degli Statali e Parastatali, del Papa e del Vaticano, dei Caltagirone, ecc. ecc… (se continuo faccio “Mamma Roma” di Remo Remotti 🙂 ).
Non è un problema politico, come oramai ho già avuto modo di constatare ed esternare più di una volta, o meglio lo è solo nella misura in cui la cosiddetta “sinistra” continua a prenderci tutti allegramente per il didietro.
Mi spiego: da un sindaco di “destra” posso anche aspettarmi i classici stereotipi per cui il popolo se la prende nel secchio in favore di interessi economici più alti, del libero mercato, del guadagno a tutti i costi, della speculazione, delle amicizie, degli sfruttamenti e tutto quel che segue.
MA UNA GIUNTA DI COMPAGNI, non dovrebbe fare gli interessi del suddetto popolo, che poi sono io e tu e tu ancora e tutti noi ?

Invece col ca**o.

Come se la prendono nel didietro i compagni operai (se ancora esistono, o sono rimasto indietro ?), traditi dai sindacati e da quelli che dovrebbero rappresentarli, ce la prendiamo nel medesimo posto noi, il popolo (We The People, citazione), traditi da qualcuno che ancora mi pregio di non aver mai votato. “Not in My Name” (altra citazione).

Ma niente niente sto a diventà comunista, ma comunista davvero ?

16. Andrea da Milano - giugno 25, 2007

ahaha,qualcuno dovrà pur continuare il filone lasciato dall’ex duo-trash Boldi De Sica!no va bhè…comunque anch’io ho pensato di aprire un blog su Milano,ma prima di tutto mi sembrerebbe un “plagio” e poi non ho la costanza e tante volte non avrei la voglia continua di rifornirlo di post,aggiornamenti…e poi diciamocela tutta..io non sono proprio di Milano,ma di Segrate!
Comunque nonostante tutte le cose negative che dite giustamente su Roma,io non riesco a starne lontano dalla vostra città e tra un po’ mi vedrà,perchè la AMO!!!

17. Renato1975 - giugno 25, 2007

E fai bene ad apprezzarla… ma fidati, anche a me piaceva tanto quando ci andavo giusto per passarci una giornata… poi ho cominciato a viverla per lavoro, ed ho imparato a DETESTARLA!

18. Stefano - giugno 25, 2007

Andrea,più le città sono grandi,più i problemi sono visibili.
Questo blog è nato anche per sensibilizzare un mondo politico statico a darsi da fare per migliorare delle situazioni vergognose che non rendono giustizia a una città come Roma, o a qualsiasi altra metropoli in queste situazioni.
Se ci fosse gente che volesse rendere pubblica la malapolitica ,aprendo,che so, un blog sul degrado di Milano,di Cernusco sul Naviglio o di Busto Arsizio,penso che in quel caso non si tratterebbe di plagio, ma piuttosto del successo di un’iniziativa che promuove l’immagine dei cittadini stufi delle promesse che rendono il conto ai politici di turno.
Quello che viene detto su questo blog è quasi sempre documentato da fatti,foto o video. Invece le promesse e le statistiche che tirano fuori ogni volta le amministrazioni, restano sempre eventi assolutamente immateriali e privi di una verità oggettiva,in quanto non rappresentano un campione del tutto completo e reale (in molti casi i dati sono appositamente taroccati…non ci vuole tanto ad aggiungere o a togliere qualche zero).
Detto questo 😀 mi dispiace, ma continuo a pensare che Albertini non possa aver fatto peggio di rutelli e veltroni (chi riuscirebbe a far peggio sarebbe davvero un mostro…)

19. Andrea da Milano - giugno 25, 2007

Aprire un blog sul degrado del posto in cui vivo sarebbe a dire lamentarsi perchè hanno lasciato incolte per un po’ di giorni le aiuole presenti nella portineria che dà l’accesso al quartiere, per piantarvi in ritardo i fiori,oppure per lamentarsi del fatto che le macchine tagliaerba passano sempre di mattina,o che gli spruzzini per annaffiare i parchi-giardino sprecano troppa acqua….insomma avrebbe poco interesse….
Non tratto di Segrate perchè pur vivendo all’interno dei suoi confini territoriali,il mio quartiere è autosufficiente e autonomo e distante dalle problematiche della città.
Semmai mi preoccupo per Milano perchè è la città in cui studio, trascorro molto tempo della mia giornata ed è punto di riferimento per tutto l’hinterland.
Detto questo io apprezzo molto questo blog e coloro che vi partecipano,ma come ho già riferito prima non sarei in grado di aprirne uno io.
Per quanto riguarda Albertini saprete già quello che penso,e ve lo risparmio..
ciao a tutti…

20. andrea - settembre 20, 2007

non si può fare un paragone tra roma e milano.roma è immensa mentre milano a confronto è un quartiere di roma.comunque finiamola con roma contro milano sono città italiano non capisco perchè devono punzecchiarsi a vicenda.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: