jump to navigation

Verbi obsoleti giugno 20, 2007

Posted by degradodiroma in Le mie segnalazioni, Sporcizia.
trackback

Viale dei Consoli

Quando anche una “gittadina di gimendo” non serve a nulla .. allora mi assale lo sconforto più totale. Viale dei Consoli, quartiere Tuscolano. Al centro della strada l’allestimento dei parcheggi protetti da transenne … una tratta risalente a qualche anno fa, questa nella foto, ed una più nuova approntata e non del tutto rilasciata, ancora ben curata come da lavori appena ultimati .. ma destinata ahimè a diventare la copia di questa se nessuno ne avrà cura e nessuno si occuperà della sua manutenzione.

MANUTENERE

un verbo abolito dal dizionario

del Comune di questa città

Laura

Commenti

1. Albert1 - giugno 20, 2007

Ma quella non è una “gittadina”, sono diaboliche “marmette”!
La stessa roba con cui si pavimentano i piazzali delle stazioni di servizio: dura a morire peggio del “gimendo”, che notoriamente se “gittato” male o troppo sottile fa subito crepe che tempo una settimana diventano orti botanici.
Per farci crescere l’erba cosi’ non voglio sapere da quanto tempo sono là.
Sicuramente la monnezza (come concime) ha aiutato parecchio…
Bah.

2. il figlianesaro - giugno 20, 2007

Lamentarsi di Roma?
Cosa deve dire di un cittadino di un paese di 3500 abitanti, con una superficie di soli 11 Km2, che presenta gli stessi problemi di degrado, se non in numero maggiore. Manutenere è un verbo abolito in gran parte d’Italia; sprecare invece è sempre in auge.

P.S. Lasciamo stare il problema monnezza; il paesino appartiene al mitico “munnezzaro” della CAMPANIA

3. john - giugno 21, 2007

carenze di pulizia e manutenzione sicuro, ma il grosso e’ dato dalla profonda incuranza, maleducazione, e menefreghismo e scarsissimo
senso civico dei cittadini.

Manca a tutti i livelli sociali; indipendentemente dalla scelta politica, sesso o razza di chiunque viva nella capitale.

Altre città quando c’e degrado reagiscono così:
http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/ambiente/guerrilla-garden/guerrilla-garden/guerrilla-garden.html

riflettete anche su questo

4. Albert1 - giugno 22, 2007

John:
mi trovi parzialmente d’accordo, solo invertirei le proporzioni: il grosso è dato dalla carenza di pulizia e manutenzione, i cittadini (nella loro globalità, visto che oggi sembrano cittadini pure gli zingari) fanno il resto.
E’ vero però che sporcizia chiama sporcizia: un posto ben curato e pulito è più facile che ci rimanga piuttosto che un altro lasciato a se’ stesso.
Io sono un accanito sostenitore del “fai da te”, ma dopo un po’ arrivi ad un punto per cui ti chiedi:

Cosa la pago a fare la Tarsu (o TaRi o quello che è) se i cassonetti della mia strada restano pieni per cinque giorni ?
Cosa la faccio a fare la raccolta differenziata se caricano tutto nello stesso camion ?
(E questa è l’AMA)

Poi:
Cosa ho pagato a fare Bucalossi e oneri concessori se dopo due anni non ho ancora le fogne e mi tiro su l’acqua dal pozzo (in C**LO all’ACEA e questa è la parte bella :)) ?

E ancora: cosa pago a fare, tramite tasse e gabelle varie, le forze di polizia, se quando succede qualcosa mi tocca tirare fuori la mazza da baseball e pensarci da solo che se aspetto le guardie fanno in tempo a svuotarmi casa e a buon bisogno mazzolare bene bene me e famiglia ?

Posso andare ancora avanti ma penso che il senso si sia capito e poi rischio di cadere nel qualunquismo che aborro.

Ma adesso, metteme a fa’ pure l’ortolano aggratis in giro pe’ Roma me pare ‘npo’ troppo ! No ?

5. degradodiroma - giugno 22, 2007

Albert1 .. sei un grande !!
Ciao.
Laura

6. simone - dicembre 19, 2007

e delle strade mal asfaltate, piene di buche e di brecciolino, che sono un pericolo costante per chi viaggia su due ruote, che cosa vogliamo dire?

simone


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: