jump to navigation

Affissioni e istigazioni maggio 3, 2007

Posted by degradodiroma in Degrado, Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Smemo73

assembleaVorrei proprio sapere quando la finirete di imbrattare tutto il quartiere della Magliana con le Vostre affisioni abusive sugli sfratti e le occupazioni.

Si tratta peraltro di una

ISTIGAZIONE

AL REATO

.

http://www4.autistici.org/macchiarossa/

http://occupa.noblogs.org/

.

Annunci

Commenti

1. Romina - maggio 3, 2007

E mettono pure i manifesti!!!! Ma perchè le forze dell’ordine non PREVENGONO impedendo sia queste affissioni, sia le riunioni che li pubblicizzano (che sicuramente si svolgono in posti anch’essi “okkupati”)? Quanto costa alla collettività lo sgombero di stabili occupati , sempre che sia questa la volontà? Non è un costo l’utilizzo massiccio della forza pubblica, non è un costo il ripristino delle strutture?

2. hya - maggio 3, 2007

Occupare??? E perchè?
Io su questa cosa divento una belva! La casa non è un diritto di tutti! Perchè come pago io il mutuo, col mio compagno, che lavora in nero, ci possono riuscire anche altre persone, facessero meno figli e un po’ più di sacrifici e vedi come te l’affitti una casa!

3. occupante - maggio 3, 2007

Vergognatevi!
Lavoro tutto il giorno per 800 euro al mese. Gli affitti costano dagli 800 in su e il mutuo non me lo fanno.
In queste condizioni occupare è giusto. Che mi frega dei manifesti di fronte allo scandalo dei palazzi di proprietà pubblica che vengono privatizzati o lasciati abbandonati?
Spero proprio di vedervi a dormire sul marciapiede, un giorno o l’altro…

4. Luciano - maggio 3, 2007

Telefonata al “cervellodiveltroni”: TU-TU-TU-TU-TU…
Telefonata all’ “Istituto Case Popolari”: TU-TU-TU-TU-TU…
Telefonata ai “Vigili Urbani di Roma”: TU-TU-TU-TU-TU…
Telefonata alla “Polizia”: TU-TU-TU-TU-TU…
Telefonata ai “Carabinieri”: TU-TU-TU-TU-TU…

…niente da fare…tutto OKKKKKUPATO!!! 😦

5. alessandro c. - maggio 3, 2007

Queste persone hanno il cervello occupato….occupato dalla voglia di non fare niente e di pensare che tutto gli è dovuto…ecco perchè vengono tutti qui…i primi sono i romani…a porta maggiore una colta hanno scritto sulle mura a caratteri cubitali…permesso di soggiorno e case per tutti!!!!!!!!!

un bazooka per tutti!!!!! per primi i ROMANI!!!!!!

Andate a lavorare!!!!!!!!

6. tumburus - maggio 3, 2007

D’Erme e compagnia fanno il bello e il cattivo tempo ,tanto veltroni non gli dirà mai niente. D’Erme e Verme, la coppia più bella del mondo!

7. Luciano - maggio 8, 2007

Caro occupante che dici ch’è giusto occupare…ti sei mai occupato di quel poveretto di D’Alema che occupava la casa dell’ente pubblico POICHE’ SULL’IKARUS (la sua barca a vela, se non erro) DI NOTTE SOFFRIVA UN PO’ LO SCIABORDIO??? Ecco: OCCUPATI DI LUI, ALLE PROSSIME ELEZIONI!!! Un caro saluto a te e al celerino che, CHISSA’ SE E QUANDO, ti farà cambiare indirizzo!!!
Baci!

8. Albert1 - maggio 11, 2007

La cosa più carina è che in zona, di quel manifesto, circolava la versione in rumeno. Tanto per raccogliere un po’ di consenso dal “nuovo proletariato” (dato che quello vecchio sembra tutto sistemato).
Lavoro in nero per 800 Euro ? Mi cerco una stanza con bagno e uso cucina a 500 al mese, la divido con un amico /a e medito un po’ sul perchè sto vivendo così e su cosa posso fare per migliorare la mia situazione. Sicuro non mi faccio strumentalizzare da questi simpatici gruppi al soldo di forze politiche di vario colore e NON entro nelle statistiche.
Sono un immigrato clandestino ? Mi fotto, vivo a testa bassa e NON entro nelle statistiche.
Sono un “fortunato” che è riuscito a beccarsi uno degli ultimi posti fissi a 1400 al mese più straordinari, 13a 14a e malattie pagate ? Mi rendo conto che sono uno dei motivi per cui le case non ci sono (i soldi dello Stato pagano il mio stipendio), ammetto che sono uno di quelli che gridavano all’occupazione trent’anni fa, mi sto zitto, godo e CERCO di non entrare nelle statistiche, che se si accorgono di me mi mazzolano e mi occupano casa.

In ogni caso D’Erme e omologhi dell’altra sponda non mi avranno.

Se la casa fosse un diritto ce l’avremmo tutti, un po’ come nella vecchia Unione Sovietica, insieme alla tessera del pane. Vi va di vivere così ? A me no.
Un diritto non è mai scontato: per esempio sembra che abbiamo tutti diritto alla sicurezza, ma possiamo forse darlo per scontato quando la gente viene allegramente rapinata alla stazione del treno in pieno giorno ? Direi di no. E allora perchè dovremmo dare per scontato che la casa ci è dovuta ?
L’Okkupante è paragonabile a quello che si fa giustizia sommaria da solo: appena giustificabile finchè agisce da sè e per se una tantum, pericoloso e idiota quando organizza o si lascia organizzare in esaltate ronde di “vigilantes”, strumentalizzabili e sicuramente a rischio di andare oltre le intenzioni.
Non condanno l’esasperato che occupa, condanno chi lo mette in condizione di farlo e chi lo usa per portare avanti discutibili teorie.
Rimane il fatto che se mi vedo Nunzio D’Erme fuori casa gli sparo. 😉

9. freebike - maggio 20, 2007

Non condanno l’esasperato che occupa, condanno chi lo mette in condizione di farlo.
Bravo, i primi sono proprio quelli che hanno trasformato la casa in bene rifugio, innescando un icredibile bolla speculativa che grava sulla povera gente. La casa è un bene che dovrebbe essere usato prettamente per il motivo per cui si costruisce, cioè, l’abitare.
Se costruisci e lasci vuote le case, (ricordo che l’iniziativa privata di costruire grava anche su di noi, perchè sono i nostri contributi che pagano nel tempo il mantenimento di tutto quello che ruota intorno a uno stabile in termini di urbanizzazioni…), e la legge non fa un ca22o, cioè ti permette di farlo, qualcuno che se le fa girare c’è, e non resta a guardare, vista la precarietà a cui è condannato.
I miei proiettili li conservo per le chiappe dei vari furbetti e palazzinari del caso.

10. Albert1 - maggio 22, 2007

freebike: scusa, non è per dire, ma io un palazzinaro che lascia le case vuote ancora lo devo conoscere… Bisogna essere ben scemi per fare una cosa del genere: Il signor Caltagirone, per dirne uno, costruisce e vende. Mica si tiene gli appartamenti sfitti per giocare con le Barbie… in seconda battuta è possibile (e dico possibile) che l’acquirente tenga la casa inutilizzata, ma direi che non capita spesso. E’ più facile che la affitti magari a prezzi ignobili, ma dormi tranquillo che vuota non ci rimane.
Forse ti riferisci ai cosiddetti Enti (previdenziali o meno), che possedendo gran parte del patrimonio immobiliare romano (ed italiano), hanno fatto per anni ed anni il bello ed il cattivo tempo (tipo: ti do’ casa, te la levo, te la vendo, no non te la vendo, però ora lasciami quei 240metriquadrialcentroa300euroalmese che li devo dare alla sorella di D’Alema).

Per quanto attiene all’iniziativa privata: hai mai provato a costruirti una casa ? Io si, perchè mi sono ostinato a resistere alla trappola degli appartamentini del ca..o nei quartieri dormitorio, e te lo dico io su chi grava l’iniziativa: sul fesso che si fa la casetta esclusivamente per il motivo istituzionale, cioè l’abitare. 70mq di casa, 30.000 euro di oblazione ed oneri concessori (che teoricamente andrebbero per le opere di urbanizzazione) e dopo tre anni non ho le fogne e l’acqua la tiro su dal pozzo (e per fortuna che sottoterra c’e’, ed è la MIA), ah, e la strada davanti casa me la sono asfaltata io. E quei 30.000 a chi li ho dati ?

Fidati, il nemico non è il privato, e nemmeno il palazzinaro in se’.
Il nemico è il sistema che ti vuole bello controllato nei casermoni INPS(quelli sì pagati con i soldi nostri), e se non ti puoi permettere manco quello ti piazza nel “parco buoi” degli scontenti, quegli “utili idioti” che vanno ad ingrossare le fila dell’esercito degli strumentalizzabili.

E io, scusami, ma a questo non ci sto. Muoia Sansone con tutti i filistei.

11. freebike - maggio 24, 2007

I costruttori fanno cartello, costruiscono -sfruttando manodopera sottopagata, in barba alle leggi sulla sicurezza – a 800 1000 euro e rivendono a 4000 5000.
Se vendono metà di quello che comprano, il loro super guadagno l’hanno già bello che fatto, tutto il resto fa riserva o lo compra chi “investe” per poi sfruttare l’affittuario, a prezzi ignobili appunto.
Per quanto riguarda gli enti, ci ha pensato Tremonti con le cartolarizzazioni a dilapidare un patrimonio che calmierava i prezzi delle case, un atto criminale sulle spalle dei ceti meno abbienti.

Non ho mai provato a costruirmi casa, però so che chi l’ha fatto, spesso lo ha fatto in barba a qualunque legge urbanistica, inseguendo i condoni di craxi e del nano, e regalando a Roma molte tra le sue periferie più disordinate e senza servizi, quasi sempre irrecuperabili.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: