jump to navigation

Ponte Milvio aprile 17, 2007

Posted by degradodiroma in Degrado, Segnalato da ....
trackback

Segnalato : Ernesto S.

Ponte Mollo 

SENZA COMMENTO !!!!!!!!!!!!
Ponte Milvio, conosciuto nel medioevo come ponte Mollo: menzionato per la prima volta nel 207 a.C., fu ricostruito in muratura nel 110 a.C.. Su di esso, fuori città, oltrepassavano il Tevere la via Flaminia e la via Cassia, a cui si aggiungevano la via Clodia e la via Veientana.

Ponte Mollo

 Notizia ansa PERICOLANTE IL LAMPIONE DELL’AMORE A PONTE MILVIO A ROMA
 
Il palo del lampione ormai famoso di Ponte Milvio intorno al quale sono state sistemate decine e decine di catene con relativi lucchetti come promessa di amore di giovani coppie, e’ stato transennato perche’ pericolante e tutte le catene sono state rimosse e saranno portate in Campidoglio per essere custodite, come ha deciso il sindaco di Roma, Walter Veltroni.Giovedi’ era caduto il fanale posto alla sommita’ dello stesso palo che oggi e’ apparso instabile e pericolante. Tanto che sono intervenuti i vigili urbani ed i vigili del fuoco che hanno provveduto a transennare la zona. Il sindaco Veltroni, appresa la notizia ha inviato sul posto tecnici del Decoro urbano con l’incarico di conservare i lucchetti e le catene, diventate un simbolo della citta’ e, soprattutto, un simbolo di amore.

Identico argomento su : In hoc signo vices

Annunci

Commenti

1. Romina - aprile 17, 2007

Magari fosse corso a far riparare una buca per esempio per colpa della quale qualcuno ha avuto un incidente. Magari avesse dato ordine di sturare un tombino NON PIU’ tombino. Magari avesse dato fondi ai vigili urbani di INTENSIFICARE le presenze. No, lui pensa ai lucchetti dell’amore.

2. degradodiroma - aprile 17, 2007

Forse un’altro autore o lo stesso Moccia, bizzarramente potrebbe proporre la zampa del cavallo della Statua di Marco Aurelio al Campidoglio, come punto di raccolta dei lucchetti, un’amore che resiste e sopravvive anche alle avversità della vita e che quindi neppure gli zoccoli di un cavallo potrebbero rompere .. poi se il cavallo dovesse venire giù dal basamento Michelangiolesco, e magari cadere in testa al tollerante Veltroni … chissà se allora finirebbe per ripugnare l’iniziativa !!
e per un pò di notizie sulla statua …
http://www.archeoroma.com/Campidoglio/statua_di_marco_aurelio.htm

😀 Laura

3. Greko GFCREW - aprile 17, 2007

in fondo il marco aurelio della piazza è un falso…

4. Luciano - aprile 18, 2007

Perché non apporre i celebri lucchetti DIRETTAMENTE AL NASO DEL SINDACO?
Tanto, per quel che concerne i VERI problemi di Roma, lui “L’ANELLO AR NASO” GIA’ CE L’HA!!! 😉

Caro sindaco, NON VEDO L’ORA di RI-VOTARTI CONTRO!!!

5. Christian - aprile 18, 2007

vorrei segnalarvi il mio articolo su questa maledetta moda dei lucchetti: http://chartitalia.blogspot.com/2007/04/gli-stramaledetti-lucchetti-dellamore.html

6. pasquale - aprile 19, 2007

è l’eccessiva importanza che a volte si dà ai media, che fa diventare la moda dei lucchetti una superflua idea poco originale. bisognerebbe dare importanza alle cose che lo meritano, piuttosto che inventare strane mode, che finiscono per farci sembrare tutti uguali: ragazzini stupidotti che attaccano lucchetti, e magari lasciano la propria ragazza o il proprio ragazzo dopo 2 giorni

7. Lucchetti al cervello... « evoluzioni immobili Blog - aprile 19, 2007

[…] segnalo altri due articoli: Degrado di Roma e […]

8. Stefano - aprile 19, 2007

Ma no,voi non avete capito lo scopo del povero Walter…trasformare un anonimo ponte in muratura di duemila anni fa in una struttura all’avanguardia adornata da ferraglia varia e abbellita sui suoi bordi da meravigliose scritte che inneggiano all’amore eterno…
Chissà….ma forse tutti questi lucchetti sono occupazione di suolo pubblico…ma tanto a Roma tutto si può,tutto è lecito; raccomando a Veltroni di andare personalmente a spolverare i lucchetti ogni giorno…non sia mai si arrugginissero..in fondo sono opere d’arte di inestimabile valore

9. claudia & anita da palermo - aprile 30, 2007

tante volte, si ha bisogno di un piccolo oggetto, di un simbolo, ke x noi, ke x quei giovani forse è il mondo, il mondo dell’amore ke quegli adolescenti cercano di trovare.E poi lo trovano, e rinkiudono il loro amore in 1 lukketto e sperano, sperano ke quell’unica kiave, gettata nel fiume Tevere, non apra mai quel lukketto…Ma quelle piccole fiammelle di speranza si sn spente, forse sarà stato il vento portato dalla primavera, forse sarà stato un caso o forse no, ma a Ponte Milvio quel palo è caduto e nn c’è + niente da fare, nn c’è + niente da dire, nn c’è + niente da sperare….

10. pasquale - maggio 1, 2007

@claudia e anita
voi dite : “…rinkiudono il loro amore in 1 lukketto e sperano, sperano ke quell’unica kiave, gettata nel fiume Tevere, non apra mai quel lukketto…”

non credo che nessuno di quei lucchetti sarà mai aperto da nessuna chiave. oramai la chiave nel Tevere ha fatto la sua brutta fine, e fra centinaia di chiavi è un po’ difficile andarla a trovare 🙂

11. claudia e anita - maggio 3, 2007

Caro Pasquale è una metafora!!!!!!!!!!!!=)
Da Claudia e Anita

12. degradodiroma - maggio 3, 2007

Ma qualcuno cominci a pensare a far dragare il fiume in quelle zone.
A forza di gettare chiavi, magari in testa a qualche pesce, lontra, topo o perchè no .. qualche barcarolo, o qualche canoista … per la ri-produzione di un film già visto “i sassi dai cavalcavia”, … si creerà certamente un “montarozzo” che forse potrebbe creare noie al famoso battello per turisti che viaggia sul fiume.
A fronte di questo recupero poi bisognerà pensare a deporre le chiavi in un luogo sicuro, magari una banca o un museo.
Ma poi tutto questo ferro non inquina il già inquinato Tevere ? e gli ambientalisti, i verdi, gli animalisti, green-peace, il wwf … che fine hanno fatto ?
Laura

13. pasquale - maggio 3, 2007

laura, hai perfettamente ragione. io personalmente credo che sia pure illegale gettare queste chiavi nel tevere. se non si possono gettare delle cartacce, lo stesso credo che valga per le chiavi! con una sola variante. si ossidano, si arrugginiscono e non credo che facciano bene all’ecosistema

14. romolo - maggio 11, 2007

propongo di ancorare in orizzontale sul lato interno dei parapetti del ponte e per tutta la loro lunghezza dei cavetti di acciaio dove i ragazzi possono agganciare i lucchetti senza appesantire i lampioni: così loro sono contenti, il fetido WalterEgo pure e i lampioncini non crolleranno più.

15. degradodiroma - maggio 11, 2007

Per Romolo … 😀 … divertente … così tra qualche anno crolla il parapetto 😀
Laura

16. stefano - luglio 14, 2007

Ragazzi, Lasciamo perdere quel povero lampione ed andiamo tutti su http://www.unlucchettoxsempre.com o http://www.unlucchettoxsempre.it

17. Claudio - luglio 16, 2007

il degrado di Ponte Milvio non è dovuto solo all’abbandono del sito, alla mancanza di pulizia ed alle scritte sui muri. E’ anche dovuto alla presenza ingombrante, fastidiosa e un po’ volgare di un camion di ben 6 metri adibito alla vendita della porchetta che si è attestato proprio sotto la Torretta Valadier. Nel nostro blog ne abbiamo fatto una campagna ad hoc per tentare quanomeno di farlo spostare e qualche istituzione comincia a darci ragione. Chi vuole darci una mano legga qui tutta la storia. Ciao.
http://vignaclara.wordpress.com/2007/06/13/ponte-milvio-valadier-e-la-porchetta-accerchiata/

18. opinionista - gennaio 20, 2008

CI MANCAVA ANCHE LA BOLLA DEL GRANDE FRATELLO.
ENDEMOL CHE DELUSIONE!
Che indecenza! Una bolla con tre possibili concorrenti ‘vivono’ a Ponte Milvio, in attesa di sapere chi avrà voglia di votare per loro. Un programma tv trash va ad impegnare uno storico ponte con prepotenza. A quale pro? Fare promozione? Fatevela a cinecittà. Ogni cosa a suo posto!. Cosa vogliono comunicarci quelli della ENDEMOL? Forse che il grande fratello è tra il popolo trasparente? Era meglio comunicare ai milioni di giovani che ci hanno creduto quali erano le linee, i parametri di selezione, anzichè piazzare CIP CIOP e CIAP amici di Tizio, Caio, Sempronio, Mevio, Filano e Calpurnio in una bolla che profeticamente ci annuncia che questa edizione sarà una BALLA , o una grande PALLA!. Per fortuna Mediaset ci ha messo ai nastri i nuovi canali Mya, Steel e Joy. Grazie per l’alternativa! Si si signore grazie!


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: