jump to navigation

Rastrelliere ! marzo 19, 2007

Posted by degradodiroma in Degrado, Le mie segnalazioni.
trackback

Piazza Dante

Non bisogna più stupirsi di nulla, tutto è lecito e tutto è possibile. L’arte di arrangiarsi di fronte all’assenza di rastrelliere portabiciclette può tradursi anche in questo.
Molte poi sono abbandonate e prima o poi si fonderanno con il ferro della cancellata dell’Ufficio delle poste di Piazza Dante.
Forse oltre alla “discutibile” consuetutine ad agganciare lucchetti su Ponte Milvio, potrebbe divulgarsi questa .. la cancellata è molto alta e molto lunga e si sviluppa per un intero quadrilatero e chissà quante biciclette potrebbe contenere ! 

Piazza Dante Piazza Dante Piazza Dante

Ora vorrei essere propositiva ed invitare il nostro Sindaco a visionare il sito quì sotto proposto .. da cui potrebbe trarre forse qualche utile spunto …
http://www.arredo-urbano-oggi.it/arredo-portabiciclette.php

Laura

Lettera e foto inoltrate a : Il Messaggero e Il Giornale

Commenti

1. Mauro - marzo 19, 2007

Che non ci siano rastrelliere a Roma è veramente l’assurdo.
Ma l’assurdo proprio… costano pochi euro e dovremmo benedire chi usa la bici in una città così inquinata dal traffico dei mezzi privati.
Invece non si fa nulla per agevolare chi come me la usa, non solo non ci sono corsie per biciclette (non citatemi quelle a livello tevere, citatemi quelle per camminare tutti i giorni presenti in centro storico… 🙂 ), addirittura quando arrivi a destinazione non sai dove metterla.
E dire che basterebbe così poco per permettere a tantissime persone di fare tragitti brevi con un mezzo che non inquina, andare dal panettiere, dal macellaio dietro l’isolato in bicicletta, mettere rastrelliere davanti ad esercizi pubblici, istituzioni, ecc.
Ci sono perfino davanti al parlamento europeo a strasburgo… qui da noi neanche l’ombra in NESSUN posto della città!

2. Stefano - marzo 19, 2007

E’ verissimo, me ne ero accorto anche io,non esistono rastrelliere in questa città. Addirittura all’università,dove molti giovani potrebbero venire in bicicletta, non se ne vedono per niente e bisogna attaccarle ai pali.
Almeno nei luoghi pubblici e vicino agli uffici potrebbero anche spendere 10 euro…soldi spesi sicuramente meglio che per altre inutili cose…

3. oltre - marzo 19, 2007

E’ proprio vero a Roma di rastrelliere (meglio gli stalli) per bici ce ne sono proprio poche. Qualcosa negli ultimi tempi è stato fatto (http://www.romapedala.splinder.com/post/4540008) ma ne servirebbero molte di più!

Domani segnalo su Roma pedala il vostro post!

4. Mauro - marzo 19, 2007

Sì ma con 52 milioni di euro che il già Sindaco di Roma Rutelli ha speso per fare il portale http://www.italia.it, con le poche decine di euro che costa una rastrelliera si poteva mettere rastrelliere ininterrotte su qualsiasi strada di roma da dentro a fuori dal raccordo fino a cerveteri da una parte e latina dall’altra… 🙂

Poi dicono che non ci sono i soldi, che qua e che là, ma la verità è che NESSUNO mai capisce le priorità della gente comune.

Altrimenti rastrelliere per le biciclette e pensiline, per i centinaia di migliaia di persone che aspettano l’autobus, credo che nel 2007 un cittadino della capitale avrebbe diritto a reclamarle, visto che ormai in qualsiasi altra città perfino dell’est europa ci sono da 50 e passa anni.
O dobbiamo essere peggio del Vietnam e del Cile per forza? 🙂

5. duccio - marzo 25, 2007

Questa in termini giornalistici si chiama “fotonotizia” ovvero una foto che non ha bisogno di didascalie poichè parla da sola. Complimenti ed un saluto da Duccio


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: