jump to navigation

Nell’acquario febbraio 24, 2007

Posted by degradodiroma in Degrado, Divertenti, Le mie segnalazioni.
trackback

particella acqua LeteA volte ci sono giorni in cui in questo blog mi sento come la particella di acqua Lete e mi viene da dire .. “C’è nessuno ? oilà ?”.

Altre volte invece mi sento in perfetto sincronismo con le persone che lo visitano e che vi partecipano nuoto sincronizzato, altre volte ancora mi sento come un pesce in un acquario, che parla, parla ma nessuno lo sente e che vede attraverso il vetro cose che lo spaventano tanto son brutte a guardare .. e che stanno lì abbandonate da mesi e mesi .. ma nessuno se ne cura e alla fine si rintana nel Colosseo dell’acquario sperando che al successivo giro non ci siano più. Ora cliccate con me sui pesci di questo immaginario acquario marino e vedrete quello che vedo io e poi ditemi se non ho ragione.

Nemo Dori
 colosseoStellina Polipo Pesce  cavalluccio marino

Laura

e per i più pigri …. click su “more”

La cura dei marciapiedi Dori Stellina

Polipo Pesce cavalluccio marino

Commenti

1. Mauro - febbraio 24, 2007

Ma che orrende queste immagini… ma possibile che l’indifferenza sia arrivata al punto che solo poche persone si indignino?

A tal proposito riporto un’altra persona che si è accorta del degrado di Roma, ieri 23 febbraio 2007 (fonte: news ultim’ora del Corriere della Sera):

18:58 Berlusconi attacca Veltroni: “Roma capitale del degrado”
Roma “è precipitata nel degrado”, “è diventata la capitale della droga, ho letto una inchiesta del Corriere della Sera che mi ha colpito molto. Così Silvio Berlusconi attacca al gestione del sindaco Veltroni. “A Roma è aumentato l’esercito dei disperati, che vive addirittura in baracche di bottiglie di vetro. Ci sono più di 2000 persone che vivono per strada, e mi dicono 9000 in grotte e favelas lungo il corso del fiume Tevere”.

E ci voleva leggerlo sul giornale per saperlo? Ormai perfino dai ponti principali della città (Ponte Umberto, Ponte Sisto), se si gira un’attimo l’occhio orientandolo verso il basso si prova solo tristezza, sconforto e pena per come è diventata la città, perfino nel cuore del centro storico…! Se ne accorgono tutti meno che l’amministrazione comunale e i cittadini indifferenti che sembrano assuefatti e sguazzano nell’incuria come fosse niente.

2. Romina - febbraio 24, 2007

Laura, che ne dici di segnalare questo sito a Berlusconi cosìcche si accorga che non siamo tutti assuefatti al degrado?

3. Giulia - febbraio 24, 2007

Apprezzo molto il tuo impegno. ciao Giulia

4. degradodiroma - febbraio 24, 2007

Si sembra che oggi le pagine dei giornali siano tutte in allarme per le frasi di Berlusconi : Il Corriere della Sera, Il Messaggero, Il Giornale ecc.. Beh ! FINALMENTE la voce che lo dichiara è AUTOREVOLE .. e FINALMENTE qualcuno comincia a sollevare le BENDE …
Laura

5. flavio - febbraio 24, 2007

Napoleone diceva: sono amico di tutti, faccio tante promesse ma non ne mantengo una. Ci ricorda mica il nostro caro sindaco? Lo sa benissimo del degrado ma ha capito che se prova a cambiare l’andazzo della città, se prova ad ammettere che i romani sono indifferenti alla sporcizia, che quasi si sentono a casa, se prova a far lavorare meglio l’ama e gli altri enti preposti alla cura ed alla manutenzione della città, perde i voti dei tanti cittadini che pensano solo alla Roma ed altre stronzate, nonchè perde i voti dei tanti impiegati . se cambia e snatura roma per farla diventare come la svizzera, sa che perde perchè a Roma il degrado fa parte della natura della città stessa. E’ brutto a dirsi ma penso sia cosiì.
saluti Flavio

6. Mauro - febbraio 24, 2007

purtroppo Flavio quasi mi rassegnerei a darti ragione, perché effettivamente è come tu dici.

Però anche se fossimo cinque persone cinque a pensarla diversamente (e magari nemmeno tutti romani, come il caso mio), penso che sia giusto impegnarsi per renderla una città più civile e meno degradata… poi ovviamente si sa già che tanti sogni sono utopie… ma almeno ci si prova!
Un saluto, Mauro

7. Stefano - febbraio 24, 2007

Già, e il walter ha detto che non poteva ammettere attacchi alla città, al primo cittadino si, ma alla città no.
😥 che spirito di sacrificio…sigh sigh…ero quasi commosso, quando mi sono reso conto che, una volta ogni tanto, Berlusconi aveva detto qualcosa di drammaticamente vero

8. Mauro - febbraio 25, 2007

che pena però… mi sembra come quei sindaci collusi con la mafia che difendono l'”onore” di certe città calabre, dove uno su 3 collabora con la ‘ndrangheta… bel coraggio Veltroni… a respingere quanto detto dal Berlusca… quella volta che, come dice bene stefano, dice qualcosa di drammaticamente vero!
Dovrebbe farci lui una passeggiata sotto i ponti del tevere, lui, giachetti, marrazzo, gasbarra, e tutti quelli che si sono indignati nel sentirsi attaccati perché si è solamente detta la verità.
Ma loro il degrado di roma con i finestrini oscurati dell’auto blu non riescono a vederlo. Non fanno la vita che facciamo noi, dimenticavo.

9. flavio - febbraio 25, 2007

Non ti preoccupare , mauro, io nonostante non sia di roma, a roma ci abito, e sicuramento non ho l'”attitude” a rassegnermi al degrado e alla sporcizia. penso solo che, per risolvere anche piccoli quotidiani problemi non bisogna limitarci ai blog , ma chiamare uffici di municipi e comuni, parlare con i responsabili e assessori e convincerli con le buone maniere a darci una mano. I numeri sono tutti su internet o sull’elenco. Come dice il mio compaesano beppe, sono loro che devono essere a nostra disposizione.
saluti flavio

10. degradodiroma - febbraio 25, 2007

Si è vero .. mai rassegnarci .. purtroppo i famosi “servizi al cittadino” sono sordi o per come mi hanno già risposto in passato … direi “conniventi”, a tal proposito ripropongo la lettura dell’articolo Tra cani non si mordono
Laura

11. Andrea Rossi - febbraio 25, 2007

Lo sconforto assale anche me, a volte mi sembro il solo a indignarsi, il solo che scrive alle autorita’ chiedendo inutilmente qualche miglioramento, dove sono gli altri ? Non lo so, forse sono assuefatti oppure rassegnati.
La cosa che proprio non sopporto e’ che questa citta’ e’ dipinta dai mass media come un giardino terrestre quando invece e’ abbandonata a se stessa (specie la periferia).
Dove sono i controlli ? Dove sono i vigili urbani ? Perche’ l’ama non pulisce ?
Se l’Ama mi assumesse sarei disposto a lavorare solo in cambio di un rimborso spese, solo per l’amore che ho per questa citta’.

12. degradodiroma - febbraio 25, 2007

Io invece comincio a notare che siamo in molti in questo stesso acquario … e si insomma ci stiamo facendo buona compagnia !
😀 Laura

13. Alessandro C - febbraio 25, 2007

Che il Berlusca alzi le polveri ne sono contento…ma state sicuri che lo fa solo per portare voti a sè e contro la sinistra…e non certo perchè gliene importi veramente di Roma..anzi…basta vedere dove ha diretto il 75% degli introiti della precedente finanziaria quando era presidente del consiglio…o basti vedere quando bloccò i finanziamenti che Roma doveva ricevere dalla comunità europea in quanto capitale…insomma, che faccia casino a gente come noi può tornare più che utile, ma se cercasse di essere meno ipocrita risulterebbe più onesto.

14. degradodiroma - febbraio 26, 2007

Per Alessandro C. : Non la penso come te … mi dispiace. Ma questa è un’altra storia.
Laura

15. Federica - febbraio 26, 2007

Io la penso come Alessandro C. ma ognuno è libero… comunque anche io sono indignata per tutto ciò che vedo e a dirvi la verità mi sto ammalando..
Non so voi, ma quando vedo qualcuno gettare dai finestrini delle auto qualsiasi cosa gli capiti vorrei avere un bazzuca e farlo fuori, quando vedo che camminando per la strada la gente non fa altro che svuotarsi le tasche da fazzoletti smocciolati vi giuro che vorrei avere la possibilità di chiamarlo e fargli una multa di 1500 euro da pagare immediatamente altrimenti ci sarebbe il fermo di una settimana in galera. Non posso far nulla e allora mi verrà l’ulcera prima o poi… 😦
I blog non bastano come diceva qualcuno occorre chiamare rompre le scatole e farsi sentire come hanno fatto venerdì alcuni manifestanti sul grande raccordo anulare altezza Casal Lumbroso. Io ci ho messo due ore per arrivare a casa ma ero contenta – stranamente – perchè stavano facendosi sentire, stavano manifestando contro la creazione di un campo nomadi in zona. E’ sbagliato bloccare il raccordo? Si, per molti, no per altri. Ma questo è l’unico vero modo per FARSI SENTIRE!?!?

C’è qualcuno che si è proposto di fare volontariato per l’AMA e farsi pagare solo le spese, sono d’accordo anche io a fare tutto ciò ma è attuabile secondo voi?

Io penso che dovremmo fare qualcosa di più concreto agire….

Ciao.

16. Renato - febbraio 26, 2007

Per Flavio; sì, anch’io la penso come te, mi sembra che tutto a Roma sia ormai fuori controllo, che ogni componente della società vada per conto proprio, e che, cosa peggiore di tutte le altre, siamo tutti più presi dalle stronzate come la “maggica” Roma, dalla nuova collezione d’abiti di Dolce & Gabbana e non al rispetto dell’ambiente che ci circonda.
E per ambiente non intendo solo gli spazi verdi, ma l’ambiente urbano nel quale ci muoviamo e le persone che ci circondano; mi sembra che la comunità nella quale viviamo sia caratterizzata da una strana idea di qualità della vita, come se il possesso materiale e l’ostentazione di beni di lusso possa cambiare il tutto in meglio 😦
Basta vedere la gente (moltissima) che pure per andare al mercato deve fare la sfilata di moda… Ma forse sto scadendo nel moralismo…
Ad ogni modo, non ho dubbio su una cosa, la situazione attuale a Roma mi ricorda molto quella di Napoli dieci anni fa; c’è una sorprendente accondiscendenza, orchestrata dai mass-media e dal mondo della cultura sinistrorsa, nei confronti del sindaco e del suo entourage… come se questi fossero chissà che grandi amministratori…
Ma ve la ricordate la campagna di beatificazione di Bassolino negli anni’90?
A sentire i nostri giornalisti, Napoli stava per diventare la San Francisco o la San Diego del Mediterraneo 😀
Salvo poi notare che la situazione è perfino peggiorata 😀
Come avevo riferito a Laura due giorni fa, è bastato che Veltroni annunciasse la pedonalizzazione di Piazza del Gesù perchè giornalisti e cittadini si spellassero le mani dall’applaudirlo; ohibò, che grande cosa!
A Barcellona si demoliscono “solo” interi pezzi di città per ricostruirli in meglio, e noi ci dobbiamo accontentare dei fiori in qualche piazza del cesso storico 😦
Non so se ridere o piangere…

17. degradodiroma - febbraio 26, 2007

Per Renato : ottima analisi … “puntuale” … e comunque grazie della bella risata finale che mi hai fatto fare !! 😀
Laura

18. Mauro - febbraio 26, 2007

Grande Renato… ormai pensare a barcellona o madrid mi viene male… qui non riescono a mettere nemmeno le rastrelliere della bicicletta da 50 euro, nemmeno una in una città di 3 milioni di persone. A questo punto siamo arrivati.
E poi mi complimento con Federica, perché al di là se uno ha fiducia o meno nel capo dell’opposizione, il vero nocciolo dei problemi sta nell’educazione civica e nel senso civico di ognuno: io ho un tale senso di scoramento quando vedo certi comportamenti esternati in modo “normale” e “abituale” anche da parte di persone magari colte, che davvero non ce la faccio a capire in che realtà vivo!
Ma l’amore per il mondo e la città che ci circonda non dovrebbe essere il fondamento dell’amor proprio?! 😉
un saluto a tutti, è un ottimo topic

19. Renato - febbraio 26, 2007

E’ indubbiamente una realtà cittadina di piccole e grandi illegalità. Punto e basta.
Non ci si può neanche nascondere dietro il fatto che Roma è una città vasta per giustificarne il degrado; sennò non ci spiegherebbe come mai i parchi di megalopoli come Tokio, New York, Chicago, Londra e Parigi siano molto più puliti e curati dei nostri ridicoli spazi verdi condominiali 😀
E’ come se una ventata di barbarie e di volgarità nello stile di vita si fosse impadronita delle nostre metropoli; non solo Roma, ma anche Napoli (che novità), Palermo (che novità – e due), Milano, Genova, Torino, e mi fermo qui…
Le nostre città, soprattutto durante i fine-settimana, sono oggetto di un vandalismo diffuso – consapevole ed inconsapevole – che va dal lancio della cartaccia all’uso para-criminale del motorino 😦
E sia ben chiaro, per queste cose non posso attaccare Veltroni e la sua giunta, poichè non posso pretendere che venga piazzato un carabiniere accanto ad ogni persona…
Non voglio essere accomodante o cerchiobottista; ma devo dire che la situazione non sarebbe potuta cambiare radicalmente con Tajani o Alemanno – chissà, magari loro avranno potuto fare anche di peggio… ma sentire Veltroni, l’amministratore dell’effimero, delle notti bianche, del festival del cinema, esaltare il modello Roma 😦
mi fa venire la pelle d’oca e soprattutto una rabbia…
Anche perchè questi proclami fanno leva sulla mentalità TRONFIA di una certa parte (la peggiore!) del popolo romano, che si sente al centro dell’universo!

20. Renato1975 - febbraio 26, 2007

Una precisazione; ho scoperto che nel vostro sito c’è già un’altra persona che si chiama come me… per sicurezza d’ora in poi i miei messaggi saranno firmati come Renato1975.
Comunque i messaggi firmati come Renato in questo dibattito appartengono al sottoscritto 🙂

21. Federica - febbraio 27, 2007

La mia indignazione – e penso della maggior parte delle persone che frequentano il blog – sta nel fatto di vedere cadere a brandelli una città, la propria città, la città che l’ha fatta innamorare e l’ha fatta soffrire, la città multicolore e chi più ne ha…

No infatti, Renato1975, non deve essere una giustificazione il fatto che Roma è una città grande e quindi difficile da gestire, forse le persone che la gestiscono o sono incapaci o sono poche oppure … chissà quale altra strana giustificazione possiamo dare..

Fatto sta che ora come ora penso che chi vive in questa città e non è indifferente difronte a tanta “indifferenza” può far qualcosa…. ma cosa?

Ci penso.. magari insieme la soluzione si trova 🙂

Buona giornata

22. Renato1975 - febbraio 27, 2007

Io vivo a Frascati; è un piccolo centro, ma non si presenta certo curatissimo… i graffiti sono ovunque (come a Roma) e la gente ha preso l’abitudine (tutta meridionale) di lasciare i sacchi della mondezza dove capita… ANCHE NEGLI INCAVI DEGLI ALBERI!!!
E Frascati non è certo chissà quale problematica borgata dove puoi giustificare certi comportamenti legandoli al degrado urbano…
No, ribadisco, ormai ci siamo assueffati al brutto ed all’idea che solo il possesso materiale possa migliorare la qualità della vita…


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: