jump to navigation

Un nuovo monumento febbraio 19, 2007

Posted by degradodiroma in Degrado, Le mie segnalazioni, Sporcizia.
trackback

Via XX Settembre

Diversi anni fa, non ricordo più quanti …ma a spanne direi non meno di 4, una notizia di cronaca ci informava che un “clochard” ma preferisco chiamarlo “barbone”, e questo non sia ritenuto offensivo, moriva dentro una postazione atac da lui adibita a dormitorio. Via XX SettembreL’incendio sarebbe stato fatale per lui e le sue cose in quel luogo accatastate.
Sono sicuramente passati almeno 4 anni, purtroppo non sono riuscita a trovare articoli di giornale riferiti al fatto, e la postazione è ancora in questo stato. Certo un nuovo valore aggiunto, i passeggeri che salgono e scendono dagli autobus della fermata, lo hanno dato al luogo … si un grande gigantesco cestino portamondezza .. Faccio poi presente che questa fermata è in Via XX Settembre, di fronte al Ministero del Tesoro, Vicino a Via Barberini … non so se mi spiego !
Laura

Annunci

Commenti

1. Mauro - febbraio 19, 2007

grande Laura!

Sogno o son desto? :-(((((

in Via XX Settembre di fronte al Ministero del Tesoro??? Vicino a Via Barberini???

Ma se in molti comuni del nord e del centro sono in vigore regolamenti minuziosissimi per il decoro estetico urbano, per le abitazioni private e per i luoghi pubblici? Non scomodo il sindaco di Treviso che va in giro per le vie a vedere se ci sono fili sciolti o antenne che non siano centralizzate (a Roma praticamente sarebbe fuorilegge perfino il Comune stesso… e le istituzioni più importanti… difatti è davvero una vergogna), però basta andare su Google e scrivere le chiavi di ricerca “regolamento decoro estetico urbano”, per avere un’infinità di risultati di comuni italiani più o meno grandi che prescrivono il decoro perfino dei fili d’erba dei prati privati…

…e in via XX settembre a pochi passi da Via Barberini c’è questo sgorbio???
Ma i vigili, il comune, la squadra speciale veltroniana addetta al decoro urbano, ecc. ecc. CI SONO?

PS
Io ho un’amico che ha comprato casa a Monaco da poco… sapete che ogni fine settimana soprattutto in primavera-estate deve recarsi a Monaco per tagliare l’erba del giardino in quanto il regolamento comunale lo prescrive (premessa: ha mancato di farlo una sola volta e la multa gli è stata puntualmente recapitata a casa)?

E parliamo di Monaco, non di Fara in Sabina o Scurcola Marsicana. Ma se a Roma non si accorgono del gabbiotto bruciato davanti al Ministero e non fanno nulla a due passi da Via Barberini, potranno mai curarsi delle piccole cose che pur sono essenziali per rendere gradevole e meno sciatto il decoro urbano ed estetico?
A me sembra una situazione grottesca… da terzo mondo se non fosse… che siamo a Roma! (scusate lo sfogo… ma quando ce vò ce vò!)

2. Paolo - febbraio 19, 2007

Laura la notizia risale allo scorso anno.

Da “il Resto del Carlino” del 7 febbraio 2006.

http://ilrestodelcarlino.quotidiano.net/art/2006/02/07/5402207

TRAGEDIA ROMANA

Arso vivo, muore clochard nella notte

Erano quasi le tre quando i vigili del fuoco della capitale sono intervenuti per sedare le fiamme di un box e biglietteria dell’atac. All’interno, carbonizzato, il cadavere dell’uomo. Le fiamme sarebbero divampate per via accidentale.

Roma, 7 febbraio 2006 – Un barbone è morto questa notte, verso le 3.00, nell’incendio di un box e biglietteria dell’atac, in Piazza maresciallo Giardino. A riferirlo sono i vigili del fuoco, precisando che probabilmente l’uomo aveva utilizzato la biglietteria come rifugio di fortuna, nel quale passare la notte.

Giunti sul posto i vigili del fuoco hanno trovato il corpo carabonizzato dell’uomo. Si presume che l’incendio sia divampato per cause accidentali.

—-

Veramente indecoroso vedere quell’obrobrio nel centro di Roma.(lo sarebbe anche in periferia).

3. degradodiroma - febbraio 19, 2007

Per Paolo – Sono due fatti diversi. Piazza Maresciallo Giardino è nei pressi di Viale Angelico. Questo monumento si trova in Via XX Settembre di fronte al Ministero del Tesoro.
Forse qualcuno potrebbe fare un salto lì per vedere se quella postazione ATAC si trova ancora sul luogo e magari somiglia a questa … o per contro è stata rimossa.
Ciao. 😀
Laura

4. Mauro - febbraio 21, 2007

CARA LAURA, HAI VISTO IL CORRIERE DELLA SERA EDIZIONE DI ROMA DI OGGI?

LA TUA FOTO E’ STATA PUBBLICATA!

Grandeeeeee!!!

5. degradodiroma - febbraio 21, 2007

Nooooooooo .. e sono disperata … in rete non lo trovooooooo …
Grazie della notizia … se puoi mandami l’articolo ….. ma ora corro in edicola e vedo se lo trovo ancora !! Grazie …
Ciao
Laura

6. degradodiroma - febbraio 21, 2007

Trovato … e .. che dire … appena si lancia una idea in aria questa trova subito un altro autore ed un altro padrone, sta accadendo spesso .. e quindi poichè sul Corriere della Sera di oggi nella posta dei lettori è comparsa la stessa foto, ma fatta in un giorno di pioggia, ed un altro articolo, scritto con gli stessi contenuti ma differente nella forma … posso solo dire che se non si tratta di un copia ed incolla, (alias plagio), poco ci manca e che se si tratta di casualità questa somiglia ad una stranissima coincidenza. L’autore … Franceso Pultrone forse è l’unico che potrebbe darmi delle serie spiegazioni .. !
Laura


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: