jump to navigation

L’uovo di Colombo febbraio 16, 2007

Posted by degradodiroma in Idea, Segnalato da ....
trackback

Un preambolo :

Conoscete l’aneddoto dell’uovo di Colombo ? .. che ancora si racconta un po’ dappertutto, quando si vuol dimostrare che è facile ripetere ciò che hanno già fatto gli altri, ma è difficile farlo per primi ?
CaravellaSi racconta infatti che Pedro González de Mendoza offrì un banchetto a Colombo e uno del commensali invidioso (i tonti e gli ignoranti sempre si burlano dei geni e cercano di denigrarli), gli disse che se lui non avesse scoperto .. quella rotta e quelle isole .., un altro lo avrebbe fatto presto o tardi, per cui il suo merito era molto relativo. Colombo rispose prendendo un uovo sodo e invitando i presenti a farlo star diritto sul tavolo. L’uovo fece il giro del tavolo, ma nessuno fu capace di mantenerlo diritto. Allora Colombo lo sbatté con fermezza sul tavolo facendolo restar diritto su una delle sue estremità. Tutti avrebbero potuto farlo, se avessero avuto un pizzico d’immaginazione e di coraggio, ma non lo fecero, mentre Colombo l’aveva fatto ed ora non avrebbe avuto nessun merito colui che avesse cercato d’imitarlo.
Perchè questo aneddoto ? .. perchè Treviso è una città da imitare, Mauro il nostro amico di Treviso ce l’ha fatta conoscere indicandoci cose semplici e banali che Treviso ha fatto per prima .. ma che varrebbe la pena di imitare e che altre città hanno già preso ad esempio.
Roma e l’amministrazione comunale non ne avrebbe certamente il merito, della scoperta, ma non importa .. l’idea è buona ed allora perchè non riusarla ? Mauro ci racconterà le piccole-grandi idee accolte dalla città di Treviso e questa che vi offre qualcuno l’avrà già letta nei suoi commenti lasciati sul blog, ora qui viene riproposta per darle maggiore enfasi e maggior risalto … ma non finisce quì e allora seguiamo tutti insieme la rotta di Mauro …

Laura

Segnalato da : Mauro

IDEA N. 6 Idea

Se già un’azienda su 100 accogliesse questa proposta, Roma sarebbe l’eden, ma veramente !

Il Comune di Treviso ha fatto pubblico appello a tutti i maggiori imprenditori (Delonghi, Benetton, Stefanel, ecc.) affinché potessero impegnarsi a favore della città con il restauro, la pulizia, il mantenimento e l’illuminazione a giorno di tutte le mura (in cambio di pubblicità
durante il periodo dei lavori, che per ogni pezzo è durato fino a 2 anni).
Ed oggi è veramente uno spettacolo, di cui sono debitori i cittadini e i turisti. Non solo, ma tutta questa illuminazione e la presenza di telecamere consente di mantenere perennemente il decoro monumentale, infonde sicurezza ai cittadini e scoraggia i malintenzionati … !!!
Pensate cosa potrebbero diventare le mura Aureliane con la buona volontà e la generosità associativa degli imprenditori romani !

Perchè a Roma tutto questo non si può fare ? Perchè tutti sono a parole orgogliosi di essere Romani ma nei fatti il Comune non fa nulla e gli imprenditori (perché ce ne sono tantissimi anche qui) non fanno sinergia con Comune, Provincia, Banche, ecc .. per abbellire, probabilmente, la città più bella del mondo che contiene l’80% del patrimonio artistico Italiano ?

Commenti

1. Nuovo regolamento affissioni pubblicitarie « Il degrado di Roma - aprile 8, 2009

[…] in mente un vecchio post che trattava  l’argomento pubblicità-restauro-gratuito-monumenti (L’uovo di Colombo) e che a me già sembrava una genialata, ma poi voglio proporre altri articoli sull’argomento […]


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: