jump to navigation

Uno schifo febbraio 13, 2007

Posted by degradodiroma in Degrado, Segnalato da ..., Sporcizia.
trackback

Segnalato da : Romina

Lettera inoltrata il 05/02/2007 a :
w.veltroni@comune.roma.it, g.lobefaro@comune.roma.it, municipio.1@comune.roma.it, cronaca@ilmessaggero.it, prioritaria@ilmessaggero.it, decoro.urbano@comune.roma.itgabibbo@mediaset.it

Voglio segnalare un grave effetto della presenza dei tanti abusivi extracomunitari. Domenica scorsa occasione di un’uscita in bici. Andiamo alla pista ciclabile del lungotevere. Tralascio lo squallido panorama delle favelas sotto i ponti. Il brutto viene quando decidiamo di risalire verso la strada sotto ponte Vittorio Emanuele II. Noto le facce sofferenti di una coppia di asiatici che sta scendendo le scale. Poi con le bici in spalla, iniziamo a salire. Ci assale un odore NAUSEABONDO. La scala è adibita a latrina, qua e là vaste chiazze gialle, il puzzo è insopportabile pur trovandoci a cielo aperto. Col voltastomaco a naso e occhi strizzati riusciamo a salire. Sono arrabbiata e dispiaciuta di aver fatto passare di là i miei bambini che non arrivano a mettere il naso fuori dal parapetto. Ovviamente in strada una pletora di abusivi coi loro lenzuoli. A casa disinfetto le nostre scarpe. Ma il nostro Sindaco lo sa che l’olezzo è frutto di particelle che si staccano e si diffondono? Tutto ciò non rappresenta un pericolo per la salute pubblica?  I nostri amministratori dovrebbero fare dei “raid” a sorpresa, e non delle visite programmate dove qualcuno ha avvisato e dove è stato tutto pulito!. Si dovrebbe impedire lo stazionamento degli abusivi per tante ragione fra cui questa. Ma, forse, il Comune riterrà risolutivo mettere wc pubblici che diverranno anche peggio delle latrine a cielo aperto.

Commenti

1. Angelo Fiorillo, Roma - febbraio 13, 2007

Ma se tutta Roma sud è invasa dalla puzza di discarica (da Spinaceto a Massimina) e non gliene frega nulla, ti pare che Veltroni si preoccupa di qualche metro quadro di cagate sotto un ponte? Buona fortuna ed un bacio ai poveri pupi.

2. Romina - febbraio 13, 2007

Bravissimo! Ci vuole uno che fa visite a sorpresa, sopralluoghi.che rompa le scatole ecc… e che cacci via con infamia i responsabili. Ma se qui a Roma dopo la tragedia della Metropolitana il Presidente di Met.ro. Bianchi rimane sulla propria poltrona ( e ce lo lasciano)…allora io non so più che dire!!!

3. Greko GFCREW - febbraio 13, 2007

Come viene tenuto il lungotevere a Roma dai muraglioni in giù è qualcosa di grottesco. Il Buffone si vanta di fare la notte bianca alla parigi, ma anche se ignoro, non credo che tante altre grandi capitali europee lascino il proprio fiume in uno stato di indifferenza totale.

Lo stato in cui versano gli argini, il fiume, e le scale che portano alle banchine è veramente un insulto all’intelligenza umana. E il Buffone e tutti i Buffoni che siedono a campidoglio e primo municipio che fanno?
Credo che il discorso Tevere sia importante quanto la nostra storia.
La mediocrità dello stato delle cose corrisponde alla mediocrità del popolo e degli esseri umani che vivono quelle cose.

Ci vorrebbe un sindaco alla Vittorio Sgarbi che con tutto che è un Buffone di corte, almeno gli scempi ambientali non li tollera.

4. Jonny - febbraio 13, 2007

Il Tevere fa veramente schifo per come è tenuto, è una cloaca a cielo aperto anche in centro.
Una vera e propria cloaca, una fogna tenuta male e non valorizzata.

Andate in Svizzera o in qualsiasi altra zona d’Italia per vedere come si tiene un fiume con gli operatori di comune e provincia che estirpano periodicamente la crescita di sterpaglie sui fondali, tengono pulite e rasate le parti erbose sulle sponde, lustrano i muraglioni da ambo le parti e li tengono perfettamente illuminati (Verona), istituiscono la figura del battelliere che trasporta i turisti su piccole da sponda a sponda su barca non inquinante, senza motore (Svizzera, Francia).
A Roma tutto questo non è nemmeno immaginabile, si è ancora fermi all’età della pietra.
Che schifo!

5. Paolo - febbraio 13, 2007

Romina, poi ci fai sapere se qualcuno ti risponde e nel caso cosa risponde?
Vogliamo contare i giorni?

6. galalith - febbraio 13, 2007

Menomale che vivo in Abruzzo…

Ecco per questo non vi invidio, forse solo per questo, sia chiaro, ma non vi invidio affatto.

Meglio il mare.

7. Stefano - febbraio 13, 2007

Ma su! Non vi crucciate troppo! Il comune ha appena aumentato l’addizionale IRPEF…pagheremo un pò più di tasse ma in compenso avremo servizi migliori che renderanno più gradevole la nostra città………ah no….scordavo…..c’è da pagare la notte bianca,il concerto a San Giovanni, la festa del cinema, la Nicole Kidman e il Tom Cruise….e se resta qualche soldo bisogna assolutamente pedonalizzare il tridente, questione di vita o di morte……

8. freebike - febbraio 14, 2007

Quando il tridente sarà pedonalizzato, probailmente, farai a meno di goderti un pezzo di città fialmente restituito alle persone, parlo di quelle in carne ed ossa. Probabilmente preferisci le strade tipo via Tuscolana, via Tiburtina…(il 95% delle strade di Roma) in balia di sub umani intubati nel loro puzzolente polmone a quattro o due ruote.

9. Romina - febbraio 15, 2007

Gente che lavora, caro Freebike, gente che lavora…gli intubati sono persone come me che in quell’inferno che tu descrivi ci DEVONO transitare per le responsabilità che hanno, verso la famiglia, verso se stessi, verso la società, verso il prossimo ecc…

10. Andrea - febbraio 15, 2007

Seeee verso il prossimo….

11. Romina - febbraio 15, 2007

Non amo parlare in termini di “popolo” e “padroni”. li ritengo anacronistici. E penso che ci sia un modo per costringere la gente a lavorare di più o meglio, invece che inneggiare a una guerra civile (o fare schede “bianche”!) ed è quello di mandare a casa amministratori incapaci non votandoli più! E di volta in volta fare lo stesso ragionamento.

12. Stefano - febbraio 15, 2007

Freebike, a me piacerebbe moltissimo una città con molti più spazi per pedoni e bici, visto che amo sia camminare che pedalare! Ma vorrei ricordarti che Roma non è solo il tridente, come pensa l’amministrazione! Ci sono tanti altri luoghi a cui servirebbero fondi per una risistemazione, oppure per la manutenzione di piste ciclabili e marciapiedi! Vorrei ricordarti che questa è la stessa giunta che si permette il lusso di costruire enormi parcheggi sotterranei in pieno centro, gallerie da record , svincoli, tangenziali, raccordi, complanari,bretelle, bretelline, ovviamente tutti questi soldi per opere pubbliche (che vengono aggiudicate sempre ai soliti) sono soldi che vengono tolti al trasporto pubblico! Al posto della galleria Giovanni XXIII non sarebbe stato meglio costruire il tunnel per una metro? o una linea tranviaria? E’ così che disincentivano l’auto, costruendo sempre più strade?

13. Greko GFCREW - febbraio 15, 2007

Tangenti nella Sanità e costo dei lavori per l’Ara Pacis nel mirino dei magistrati. Un danno complessivo all’erario stimabile in oltre 40 milioni di euro per la mala gestione della sanità è quanto ha rivelato il procuratore regionale della Corte dei Conti del Lazio.

Altro danno quello della spesa prevista originariamente in sette milioni di euro e poi raddoppiata per la costruzione del Museo dell’Ara Pacis. Il Comune ha commentato: «Massima fiducia nella magistratura».

Preso da “Leggo” odierno.

ecco i soldi del popolo che fine fanno altro che piste ciclabili.

Guerra Civile!

14. alessandro c. - febbraio 15, 2007

La pedonalizzazione del tridente è un altro esempio di come Roma sia a divisa in 2….e i soldi e le attenzioni vanno sempre nello stesso posto…creando sempre di più una periferia sempre più PERIFERIA! Che il centro vada pedonalizzato TOTALMENTE è sicuro…ma prima ci sono altre “cosette” che andrebbero sistemate!!!!

PS. e poi bella cavolata pedonalizzare solo fino a via dei condotti…da lì in poi fino a piazza venezia, sarà come al solito: pedoni “stretti” su un metro di marciapiedi e i “soliti” che sfilano in auto su via del corso….io ho lavorato in centro e continuo ad andarci continuamete, ma chissà com’è non sono passato MAI su via del corso in auto…però se senti qualcuno, non si può chiudere, altrimenti si crea il caos….BOH!?!?!?

15. Romina - febbraio 20, 2007

Questa è la risposta inviatami dall’ufficio del Presidente del I municipio, Lobefaro che ringrazio di rispondere alle segnalazioni dei cittadini. Ciò, a parer mio rappresenta un “dovere” di chi amministra anche se, spesso in questo blog, giungono lamentele di cittadini che, a seguito di pur serie segnalazioni, non sono stati degnati di risposta. Reputo quindi attento il comportamento del Presidente Lobefaro, come attenta sarò io a segnalare se alle parole non sarà dato un giusto seguito.

***********************************
“Mi scusi per il ritardo con il quale si risponde alla sua e.mail, descrittiva delle gravissime carenze igieniche che interessano parte della pista ciclabile e la scalinata di ponte Vittorio Emanuele II. le comunico, comunque, che il Presidente Lobefaro, immediatamente, dopo la sua segnalazione, ha inviato una nota all’Assessore Esposito e all’amministratore dell’AMA chiedendo di intervenire.

Cordialmente

Ufficio di Presidenza
Municipio I

Rolando Paglia”
***********************************

16. francesco - febbraio 21, 2007

Ecco , ogni tanto rispondono !
I PROBLEMA e’ che la pubblica amministrazione non deve solo reagire dopo le segnalazioni ( certo meglio di niente) ma DOVREBBE VIGILARE , Noi li paghiamo per vigilare e intervenire ,non per chiudere gi occhi e aprirne uno solo quando ricevono le segnalazioni!

FEED BACK! ci vuole FEED BACK in qualsiasi sistema !

17. Marco - marzo 16, 2007

Ciao, ma senti questa gente che non ha posto dove dormire la vogliamo uccidere?? la eliminiamo?? Non è così facile come sembra. Un Sindaco che sia di Destra o di Sinistra non può certo togliere il cancro ad un città come Roma. Le realtà del degrado sono da cercare altrove, sono iniziate ben prima dell’era della speculazione edilizia delgli 70 e 80, continuanto ancora oggi e sono la conseguenza di un tipo di politica persegiuta per decenni. Certi errori si pagano cari, Roma più di altre città in Italia ne è stata vittima.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: