jump to navigation

Cantieri perenni febbraio 5, 2007

Posted by degradodiroma in Degrado, Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Romina

Via MerulanaNessuno più se ne cura e forse nessuno più li nota .. sono i cantieri PERENNI di Roma : quelli che sono allestiti ormai da anni, le cui impalcature sono diventate degli arredi urbani, quelli che pur con rinnovati ponteggi non vanno mai avanti perchè nessuno vi lavora.

.

.

Via MerulanaVia Merulana :  impalcature arrugginite costituiscono addirittura l’entrata dell’ufficio Asl e di un distaccamento del Comune di Roma.

Muro tortoVia del Muro Torto : reti di protezione del muro (?). Mi scuso per la qualità della foto.

.

Commenti

1. Pippo - febbraio 5, 2007

STORIA DI OGNUNO, QUALCUNO CIASCUNO E NESSUNO
C’era un lavoro importante da fare e Ciascuno era sicuro che Qualcuno lo avrebbe fatto, Ciascuno avrebbe potuto farlo, ma Nessuno lo fece.
Finì che Ciascuno incolpò Qualcuno perché Nessuno aveva fatto ciò che Ognuno avrebbe potuto fare.

2. Greko GFCREW - febbraio 5, 2007

Complimenti per l’idea. Fa piacere pensare che esistano persone che hanno occhi per guardare il degrado di Roma e non sia indifferente a quello che accade.
Amo Roma, ma oltre a vederne bellezze ovunque, tali bellezze le vedo accompagnate puntualmente da un degrado terzomondista.
Che sia centro storico o periferia, mi chiedo come sia possibile che una società che si ritiene tanto avanzata, un’amministrazione che si ritiene tanto attenta lasci passare come acqua sotto i ponti così tante nefandezze. Soltanto io vedo baracche e materassi in mezzo ai cavalcavia, discariche in ogni spazio verde, due fiumi pattumiera, due fiumi con annessa baraccopoli, una cloaca massima di cui parlano libri di mezzo mondo, abitata da qualche senzatetto, vicoli altrimenti suggestivi ridotti a tuguri, scheletri di cabine telefoniche e quant’altro?!

3. Romina - febbraio 5, 2007

ma sei lo stesso dell’altro commento lasciato?!

4. degradodiroma - febbraio 6, 2007

Benvenuto GreKo … se non ti offendi .. posso chiamarti “il trasformista” ? Mi fa piacere leggere QUESTO tuo pensiero … magari frugando nella cartella “Elenco” troverai molto materiale inerente gli argomenti da te accennati e potrai unirti, almeno su ALCUNI di quelli, .. alla compagnia.
Laura

5. yhum - febbraio 10, 2007

il degrado è qualcosa ke va oltre la mondezza x terra, motorini rubati o scritte sui muri

6. Greko GFCREW - febbraio 10, 2007

yhum, spiegati meglio.

7. Federica - febbraio 10, 2007

Sentite cari writers continuare a dire che l’unico modo per sfogarsi è scrivere sui muri e/o monumenti e/o qualsiasi genere che non sia di vostra proprietà è veramente penoso.

Il degrado siete proprio voi. Ma non perchè scrivete, attenzione ma per il fallimento di non essere in grado di capire perchè secondo voi questo è l’unico modo per sentirsi liberi.

Quando un figlio sbaglia si cerca sempre di guardare alla famiglia perchè da lì si vede in che ambiente è cresciuto.

Bene, ora io sono pronta ad ascoltare… ditemi:-

“Quali sono i problemi che affliggono le vostre menti?”
“Perchè utilizzare questa forma di accanimento contro la società?”
“Quali sono i vostri obiettivi?”
“Vi siete mai chiesti se ciò che state facendo è giusto. Perchè?”
“Cosa volete ottenere dalle vostre ribellioni?”

Rispondete ora.

Grazie.

8. Andrea - febbraio 11, 2007

Federica, magari questi ragazzi, non piace e la società d’oggi, dove vivono (non posso biasimarli) oppure avrano problemi in famiglia, ipocrisia della gente, ce na sarebbero di cose da dire… MA NON E’ QUESTO IL MODO GIUSTO CAVOLO!!!!!

C’è gente che s’alza alle 5 di mattina e con i soldi d quello stipendio (io compreso) vengono detratti i soldi anche per poter pulire le schifezze che fate voi writers… BASTA!!! Roma non è un foglio di carta; ROMA è una culla di Storia, di Fascino, Eternità ed Orgoglio Romano.
TRADIZIONE E DISTINZIONE.

9. Andrea - febbraio 14, 2007

Sò spariti tutti quanti quà?

10. carlo - aprile 14, 2007

i writers sono persone, che potrebbero essere molto vicine a noi come grado di amicizia o parentela.

non li approvo affatto, potrei fare l’esempio dell’educazione avuta per cui cio’ che e’ di tutti deve essere tenuto in ordine come facciamo per le nostre cose, eppure questo semplicissimo pensiero non e’ per niente sufficiente per fare ragionare altri come noi, e come scrivere sui pacchetti che il fumo fa male, c’e’ qualche motivazione che sfugge.

mi chiedo pero’, le scritte dei writers sono numerose e costanti nelle grandi metropoli, penso a 3 motivi:

– e’ un gruppo di appartenenza di moda

– non hanno trovato altri modi per esprimersi

– il disagio delle grandi citta’

vivo in un nuovo quartiere nuovo ma in periferia, anche qui’ con scritte sui muri, se la cosa e’ circoscritta cioe’ con poche scritte ogni tanto, se lo fanno per gli ultimi 2 motivi di cui sopra, sarei comprensivo, daltronde vivo sempre in una periferia senza metro’, adsl, traffico di macchine totale, migliaia di nuove case senza servizi e nuove strade.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: