jump to navigation

Andiamo a votare dicembre 8, 2006

Posted by degradodiroma in Elezioni / Affissioni, Le mie segnalazioni.
trackback

I manifesti affissi a Roma in questi giorni annunciano le elezioni dei rappresentanti stranieri nel Consiglio Comunale e offrono il messaggio seguente :

Il voto agli stranieriPer proporre le tue idee.
Per partecipare alla vita della città.
Per far valere i tuoi diritti.
Roma è pronta ad ascoltarti.

Elezioni dei rappresentanti stranieri non comunitari nel Consiglio Comunale, nei Consigli Municipali e nella Consulta Cittadina.
Domenica 10 Dicembre potrai votare dalle 8 alle 22. (*)

(*) Stranieri in regola e clandestini

Ora se vado a Piazza Vittorio e mi compro 2  vestitini cinesi, 1 solo mi starebbe come una camiciola visto che in altezza ne faccio 1 e 1/2 di cinesina,  poi mi metto la parrucca con i capelli lisci e neri, mi allungo gli occhi con la matita, mi metto le scarpe da ginnastica  .. e vado a votare …

… FINALMENTE il Comune di Roma prenderà in considerazione le mie idee, Roma FINALMENTE mi ascolterà !! … Che bello !! VADOOOOOOOOO

Laura

Commenti

1. F. - dicembre 9, 2006

La stessa cosa che ho pensato anch’io: “Tu pensa se per farsi ascoltare bisogna essere stranieri”… Ma stai tranquilla, è l’ennesimo maquillage elettoralistico condito dal solito buonismo… insomma strategia di facciata, ma sostanza costante: zero… A roma se non sei della lobbie dei palazzinari non conti un cazzo…

2. Gabriele - marzo 11, 2007

Noto delle sfumature razziste in questo intervento? Siamo per primi noi italiani a trattare male il nostro paese e certo non possiamo dare colpe o lezioni di pulizia altri. Ho sentito stranieri lamentarsi di come gli italiani trattino male il proprio paese e non posso che dargli ragione! Forse gli stranieri potranno anche avere degli standard igienici discutibili (spesso perchè hanno vissuto in condizioni di povertà al limite) ma questo non significa che gli debbano essere negati dei diritti o addossate delle colpe, viceversa si è ad un passo dal razzismo.
La regola dovrebbe essere “no tax, no rights” non paghi le tasse? allora non hai diritti. Allora vedrai quanti italiani non dovrebbero avere diritto al voto!

Ciao

3. degradodiroma - marzo 12, 2007

Dunque Gabriele, vorrei “spiegarti” il pezzo poichè a mio avviso non l’hai ben capito …

Nella pubblicità del Comune si dice
“Per proporre le tue idee.
Per partecipare alla vita della città.
Per far valere i tuoi diritti.
Roma è pronta ad ascoltarti”

… ora almeno per me è un bel pezzo che

“Propongo le mie idee.
che vorrei far valere i miei diritti di cittadina che paga le tasse
che vorrei essere ascoltata da Roma”

se basta andare a votare allora sono andata anche io perchè no ? e ho indossato il vestitino cinese per unirmi a loro visto che a questi cittadini sono promesse tante belle cose.
Ma a me non sembra che basti il voto … poichè una volta ottenuto diventa automaticamente carta igienica.

Laura


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: