jump to navigation

Solo mondezza, solo abbandono dicembre 7, 2006

Posted by degradodiroma in Degrado, Segnalato da ..., Sporcizia.
trackback

Segnalato da : Stefano

vaso con palma e immondizia Casal Bertone (D)Una carrellata di foto di Roma nella mondezza e nell’abbandono. Roma mai pulita, Roma e gli spazzini che fanno finta di pulire … quando si ricordano di passare (A) (B) (C), Roma senza cestini (D), Roma ed i cassonetti stracolmi (E). E poi aiuole e bordi delle strade mai curati, e allora ci siamo abituati … alla paglia d’estate e alla malva d’inverno (F) .. ed ancora … cartelli e segnali d’indicazione che non servono a nulla e a nessuno e che giacciono in terra per mesi e mesi (G).

 

secchioni e immondizia Casal Bertone (A) (A) immondizia e tombini otturati a Piazza Istria (B) (B) fermata autobus con discarica Casal Bertone (C) (C)

secchioni immondizia Quintiliani (E) (E) “foresta pluviale” zona Quintiliani - Monti Tiburtini (F) (F) cartello divelto zona Quintiliani (G) (G)

 

 

Annunci

Commenti

1. Melandrina - dicembre 7, 2006

…se vieni a Napoli puoi fare una galleria fotografica… 😦

2. degradodiroma - dicembre 7, 2006

Roma fra poco diventerà la SOSIA di Napoli ..
Ciao 😀
Laura

3. periclitor - dicembre 7, 2006

Sai una cosa, me ne sono accorto anche io nei 3 giorni che sono stato li per la manifestazione. Io adoro Roma è bellissima, ma lo sporco e lo stato di abbandono mi è sembrato veramente molto alto.

4. Mauro - dicembre 7, 2006

E’ già Napoli Laura!
Nelle province e città ben amministrate lo sfalcio del verde sui cigli della strada avviene dalle 6.30 di mattina, tutte le mattine. E chi ha un terreno incolto con erba alta viene denunciato e la pulizia è a suo carico. Qui a Roma ci sono terreni a 2 passi da San Pietro con le canne alte 2 metri sulla strada. Un vero schifo. Eppure l’illegalità è palese, e presente.
I rifiuti per terra sono segno comunque (al di là delle colpe innegabili dell’Ama, che eroga un servizio da TERZO mondo) di profonda, profondissima inciviltà, questo bisogna dirlo. Mi sembra fin impossibile che nemmeno in zone centrali non ci possa essere un associazionismo di persone, negozianti, ecc., che vigili sulla sicurezza, sulla pulizia, ecc.
Qui a Roma non lo fa nemmeno la forza pubblica e chi ha il dovere di vigilare.
Pensate il paradosso di com’è l’altro volto d’Italia: in Provincia di Treviso (notizia di oggi a cui allego il link relativo da cliccare entro stasera alle 24.00: http://www.tribunatreviso.quotidianiespresso.it/giornalilocali/index.jsp?s=tribunatreviso&l=primapagina ) invece tocca alla forza pubblica bloccare gruppi spontanei di cittadini, volontari della Protezione civile, che si muovono per presidiare le strade, vigilare e proteggere il territorio perché viene fatto notare che non è di loro competenza visto che ci sono già le forze dell’ordine che lo fanno (e tutte le pattuglie di vigilanza privata delle aziende!). Pensate a quanto ci si tiene spontaneamente alla vigilanza del territorio, al decoro e al bene comune. E poi riguardiamo le foto che per gentile attenzione c’ha messo a disposizione Laura in questo sito. C’è solo tanta rabbia e tanta vergogna (perché comunque oltre che trevigiano da poco residente a Roma mi sento italiano) a vedere Roma così, nel 2006, peggio di Napoli.

5. John Christian Falkenberg - dicembre 7, 2006

Il problema è che Roma è così anche in molti quartieri centrali e in molte zone “bene” . Non è soltanto questione di soldi…

6. Skifit - dicembre 7, 2006

Non c’`e da meravigliarsi, i romani (‘de Roma’, come amano definirsi) sono una manica di zozzoni. Mi ricordo di quand’ero bambino e vedevo la persone adulte (io mi sarei vergognato) orinare contro i muri, come le bestie.

7. degradodiroma - dicembre 7, 2006

Per Skifit – La manica di zozzoni … beh ! forse mi sembra un pò forte come definizione .. noi infatti siamo quì a discettare, da mesi, della sporcizia di Roma e lo stiamo facendo dando un colpo al cerchio ed uno alla botte, forse esistono Romani zozzoni ma poi esistono Romani … COME NOI .. VERI ROMANI che AMIAMO LA NOSTRA CITTA’ che ZOZZONI NON SIAMO e poi esiste un SINDACO ed una azienda, di NON VEDENTI, adibita alla pulizia della città che invece NON AMA Roma .. tant’è che la puliscono anzichè con le scope … con i RASTRELLI e quando se ne ricordano !!
Laura

8. Mauro - dicembre 7, 2006

Skifit… Laura ha ragione… anzi… ragionissima…! Spero che lo spazio di questo blog dia i suoi frutti (e ne ha già dati alcuni infatti…!), e la civiltà e l’amore per Roma presenti in questo sito credo abbiano pochi paragoni, visto che c’è chi munito di macchina fotografica ha la pazienza di mettere sotto gli occhi di tutti situazioni immonde! Io però aggiungo… è vero che l’Ama non pulisce… ma è anche vero che c’è chi sporca…
…e credo che uno spazzino di Ginevra (ma perché per forza Ginevra?, va bene anche Trento) abbia molte ma molte meno incombenze rispetto ad uno spazzino romano.
Tanto per dirla tutta… io nel Nordest non ho ancora visto un vigile fumare in servizio (cosa vietatissima) e alla fine, colmo dei colmi, gettare anche il mozzicone per terra. Qui è normale, lo fa l’uomo comune, lo fa il deputato prima di entrare alla Camera, lo fa il vigile urbano… ” ‘o fanno tutti”! E da qui alle cartine, cartacce, ecc. il passo è breve, anche perché se poi si fa trovare una città sporca ad un turista, il turista la rispetta per come gli viene presentata e la sporca pure lui. L’esatto contrario succede quando il turista è ammirato dallo stupore di trovare una città pulita a specchio.
Un saluto a tutti e… per Laura… continua così!!!

9. Skifit - dicembre 7, 2006

Mi dispiace aver utato la sensibilità di qualcuno. Ovviamente i tempi sono cambiati: le abitudini dei romani sono migliorate (sembra che adesso non utilizzino più la vasca da bagno come orto casalingo!), in compenso mi sembra peggiorata la pulizia dell’amministrazione comunale. E’ vero che la popolazione è molto aumentata, ma esistono oggi mezzi per la pulizia delle strade che una volta non erano disponibili!. Raramente ho visto la pulizia delle strade con l’autobotte (servirebbe imn modo molto più frequente per abbattere lo smog!): a Parigi ho visto il lavaggio QUOTIDIANO (nelle ore notturne) delle vie centrali. Scusate la lunghezza dell’intervento.

10. degradodiroma - dicembre 7, 2006

Ripropongo un pezzo già da me scritto :
“Sono in molti a sostenere che questa sporcizia è dovuta alla presenza di persone maleducate ed incivili ugualmente distribuite tra residenti, turisti stranieri, zingari, i senza fissa dimora ecc… No, io non ci credo. Già perché non esistono incivili solo a Roma. Esistono in ogni luogo. La differenza sta nel fatto che nelle altre capitali europee (Parigi, Londra …) è tenuta in alta considerazione la pulizia, e chi trova un luogo pulito difficilmente lo sporca, ma lo rispetta ! ”
L’articolo è Nati stanchi
Ciao ! 😀
Laura

11. Romina - dicembre 7, 2006

Per Skifit –> chi ti scrive è una romana de Roma da almeno 4 generazioni e ti assicuro che è cosa rara. Non ho mai fatto ciò che tu dici, ne lo ha mai fatto qualcuno della mia famiglia ROMANA. Le abitudini dei romani sono migliorate?… perchè prima eravamo trogloditi??? La verità è che come una mia amica dice “tutti vengono a lavarsi i piedi a Roma” che non ha certo bisogno del contributo altrui. Fa già pietà da sola! Ma non è sempre stata così. Io, Roma di 20 anni fa, me la ricordo bene e i miei si ricordano la Roma della metà del novecento, e i miei nonni mi hanno raccontato di quella ancora precedente. Ed è per questo che collaboro con fervore a questo blog! In nome dei romani e di quelli , e sono la maggioranza, che sono romani d’ultima generazione e pensano che Roma sia così. O pensavi che a scrivere fossero i Valdostani??? Comunque grazie x il tuo contributo ma che questo blog ti testimoni la buona educazione dei Romani de Roma.

12. Stefano - dicembre 7, 2006

Fare di tutta l’erba un fascio non mi sembra una tecnica molto costruttiva! Se davvero tutti i romani fossero degli zozzoni non ci sarebbe nè questo blog nè altri blog di denuncia sullo stato attuale della città! Certo, il livello di inciviltà ormai ha toccato livelli mai raggiunti, ma è ovvio che se una città viene abbandonata anche i cittadini iniziano a fare quello che vogliono senza preoccuparsene più di tanto!
E soprattutto è inutile continuare a dire che la situazione peggiora perchè la popolazione aumenta! Roma è l’unica grande città del bacino mediterraneo che continua a perdere abitanti ad ogni censimento,erano 3 milioni nel 1970, 2 milioni e 700 mila nel 1980 ,poi 2 milioni e mezzo e ora 2 milioni e 300 mila se va bene! La gente fugge e tutto questo perchè non hanno mai fatto nulla per un miglioramento , sono riusciti a distruggere la più grande rete tranviaria del mondo, che avrebbe fatto comodo oggigiorno con il pm10 alle stelle e i nostri poveri polmoni a soffocare in attesa della tramontana (ebbene si…nel 2006 a Roma ci si affida ancora al tempo….)! Come la scusa dei reperti,non si possono costruire metropolitane perchè sotto c’è un patrimonio artistico! Ma quando devono sventrare il Gianicolo e il Pincio per costruire megaparcheggi allora non c’è archeologia che tenga! Vasi e anfore in qualche scantinato e ci siamo tolti il pensiero! Mica come quegli stupidi di Atene (la ex città più caotica d’Europa), 2 metro nuove,una completamente ristrutturata più musei sotterranei dove esporre tutto il materiale recuperato (il tutto in 5 anni)! E c’è chi ancora si chiede come abbia fatto Roma a perdere le olimpiadi contro Atene…io invece mi chiedo come avremmo potuto gestire due milioni di persone in 15 giorni…dove le facevamo viaggiare?sui tetti degli autobus? dotavamo i turisti di ali per raggiungere l’Olimpico?
Ma d’altra parte chi semina parcheggi raccoglie traffico! Altro che cura del ferro.
Inizio a pensare che quando Veltroni taglia nastri inaugurando qualche nuova bretella e ogni volta dice “Roma punta sul ferro” in realtà egli voglia asserire che la città verrà dotata di concerti gratuiti di Tiziano Ferro! Non c’è altra spiegazione plausibile
Saluti
Stefano

13. Mauro - dicembre 7, 2006

…solo per dire che ora ho pienamente capito l’intervento di Skifit, e lo condivido pienamente, profondamente…

…a Parigi il lavaggio delle strade è eccellente, non solo quello delle autobotti, ma anche quello “a terra”, quello degli ugelli che, aperti, emettono l’acqua per lavare le strade.

E’ IMMONDO (LEGGI VELTRONI, LEGGI) CHE CI SIANO AUTO, ANCHE IN CENTRO, PARCHEGGIATE DA SETTIMANE (PERCHE’ DI RESIDENTI) SULLE STRADE, CON CUMULI DI IMMONDIZIA SOTTO E VICINO, PERCHE’ EFFETTIVAMENTE NON E’ CHE SI POSSA PULIRE SOTTO.

Le strade devono – DEVONO – essere lavate almeno una volta a settimana, come in tutte le città CIVILI (Veltroni: CIVILI) del mondo – mi risulta che si faccia anche a Bari e, non solo a Milano o Parigi o Londra – e gli avvisi devono essere noti a tutti.
Posto questo, le auto ancora parcheggiate, come nelle altre città CIVILI, DEVONO ESSERE RIMOSSE se non ottemperano a tale obbligo.

Solo così Roma può essere pulita, non certo con la ramazza e il secchiello come vedo da quando sono a Roma, scena che pensavo esistesse ancora solo nei film di Totò e Peppino, visto che perfino nelle piccole cittadine che conosco, a nordest (dove l’estensione del territorio comunale è molto molto ridotta) da 20 anni si utilizza la motoscopa.
Veltroni: meno notti bianche, meno cavolate, meno presentazioni: fai il Sindaco, sistema le buche, controlla la tua città (tua?!?), lo stato di pulizia delle strade, investi anche in sensibilizzazione civica se serve, pretendi la rigorosa applicazione della legge (vedi doppie file, ecc.) quando sfrecci nell’auto col tuo autista, guarda il mondo attorno a te. Compra qualche motoscopa in più, e spendi qualcosa di meno per l’integrazione dei rom oppure per le notti bianche. Renditi conto dei VERI problemi!
ciao a tutti, Mauro

14. aghost - dicembre 8, 2006

“Mi sembra fin impossibile che nemmeno in zone centrali non ci possa essere un associazionismo di persone”
————–

quando ho letto questa frase ho riconosciuto un modo comune di pensare, nel quale ovviamente mi ci metto anch’io: cioè aspettare sempre che “qualcuno” faccia qualcosa.

Il tuo blog è pregevole nell’indicare un problema che ti sta a cuore, come probabilmente a molti altri: perché allora non la fai tu l’associazione? Hai la passione giusta per smuovere l’indifferenza di troppi
ciao 🙂

15. Luciano - dicembre 8, 2006

Messaggio per Skifit.
Caro Skifit, chi ti scrive è un romano da solo due generazioni (nel senso che io sono “la seconda”) CHE NON SI RICONOSCE AFFATTO NEL CLICHE’ DA TE DELINEATO! PERSONALMENTE AMO LA STORIA E I VALORI PROFONDI DI QUESTA CITTA’, E ME NE GUARDO BENE DALL’ORINARE CONTRO LE MURA DELLE CASE!!!
DI PIù: HO UN AMICO ROMANO DA INNUMEREVOLI GENERAZIONI CHE SACRALIZZA ANCHE LA PERIFERIA IN CUI VIVE…ANZI, PIù AUMENTA IL NUMERO DELLA “ROMANITA’ GENERAZIONALE” E PIù L’AMORE E IL RISPETTO PER ROMA SI FANNO PROFONDI!!!

ERGO, caro Skifit, MODERA IL TONO DEI TUOI INTERVENTI (VAGAMENTE QUALUNQUISTI?), PLEASE!!! Altrimenti NON SOLO mi porti ad equiparare il tuo nick AL LIVELLO DEI TUOI POST (specialmente il primo faceva un po’…Skifit!), MA M’INDUCI A RISPOLVERARE UN MODUS DICENDI DEI “PADRI” LATINI E ROMANI: “NOMEN OMEN”…ovvero “il nome E’ l’uomo”…e il tuo, di NOMEN, SE NON ERRO, E’ APPUNTO “Skifit”…

No, dai, non farmi pensare certe cosacce…oppure scrivi ciò che hai scritto al seguente blog (ammesso che esista): http://www.chepiacerezozzareroma.com

Un saluto a tutti coloro che AMANO questa città…possibilmente DEVELTRONIZZATA!!! 😉

16. degradodiroma - dicembre 8, 2006

Per AGHOST – Credo che questo blog possa cominciare a dare i suoi frutti se l’amministrazione capitolina ne verrà a conoscenza … io ce la sto mettendo tutta .. anche inviando questi stessi articoli alla posta del Comune di Roma e anche tutti coloro che mi stanno offrendo articoli e foto da pubblicare credo siano mossi da questo spirito. Comunque l’importante a mio avviso è allargare questa iniziativa e URLARE A GRAN VOCE LA NOSTRA PROTESTA DENUNCIANDO LO SCHIFO CUI SIAMO ARRIVATI ! Ciao !😉 Laura

17. Mauro - dicembre 8, 2006

Caro Aghost,
visto che fai riferimento alla mia citazione, ben venga! Anzi approfitto per dire che sono il primo a voler far parte di un movimento spontaneo di cittadini che ha a cuore Roma e che si appresta nel suo piccolo a voler fare qualcosa di concreto per Roma.
E ringrazio Laura perché sta facendo molto, già nel far conoscere l’indignazione di chi ci vive e si sente a volte impotente di fronte a tanta incuria!

18. degradodiroma - dicembre 8, 2006

Per Mauro – Tra le voci “Collegati a .. ” è presente il link “Roma pulita”, si tratta di una associazione con la quale sono stata anche in contatto prima dell’estate e con la quale si era iniziato un colloquio che avrebbe potuto portare a realizzare un piccolo progetto. Uso il condizionale giacchè non c’è poi stato .. seguito. Ho comunque lasciato la mia adesione … ma ….
Se ti muoverai con qualche iniziativa sarò ben lieta di parteciparvi e di darne diffusione !
Ciao. 😉 Laura


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: