jump to navigation

AMAROMA chi ? ottobre 16, 2006

Posted by degradodiroma in Idea, Segnalato da ..., Sporcizia.
trackback

Segnalato da : Romina e Alessandro C.

Da Romina :
Ho trovato sul sito di AmaRoma una comunicazione ESILARANTE che risate di cui fornisco qui l’indirizzo
http://www.amaroma.it/web/web2004/home.cfm?content=amacomunicazione/frequenzespazzamento
In questo documento si potranno trovare le frequenze con cui vengono spazzate le strade suddivise per municipio. Le strade sono classificate con le lettere A,B,C (A più importante, C meno importante)  a seconda di vari fattori tra cui :

  • il tipo di strada e le attività che vi si svolgono (strada commerciale, via residenziale, ecc.)
  • la densità abitativa dell’ area
  • il flusso di persone che vi passano
  • il traffico automobilistico    
  • il flusso turistico
  • la qualità e il tipo di alberatura

Scaricando il documento potrete facilmente constatare come questo sia in realtà carta straccia in quanto tutto quello che in esso è contenuto è PUNTUALMENTE IGNORATO. Ho infatti dedotto che la via in cui abito DOVREBBE essere pulita 2 VOLTE, ripeto 2 VOLTE, alla settimana risate e allora non mi spiego come mai le cacche dei cani ed altra mondezza vi rimanga per diverse settimane ! Inoltre mi chiedo se l’Ama preveda un sistema di segnalazioni. Mi spiego: se l’operatore rileva l’esistenza di rifiuti che non lo competono, per dimensioni, natura ecc…, egli è tenuto a segnalarlo alla divisione competente ? 

IDEA N. 4 

Ma ora VOGLIO LANCIARE UN’ IDEA idea. Perchè non vengono utilizzati i “vigilini” per elevare multe ai possessori di cani che non raccolgono i bisognini o che semplicemente non sono in possesso di bustina ??? Potremmo sfruttare le capacità di appostamento dei “vigilini” e la loro intransigenza per rendere un po’ più pulita questa città. 


Da Alessandro C. :
Ciao, non so se ne sei già al corrente, ma al seguente indirizzo http://www.amaroma.it/spazzamento/ si trovano le liste delle strade di Roma divise per circoscrizione con relative frequenze di spazzamento e pulizia…..forse sarà anche risaputo e normale, ma mi fa piacere vedere come in alcuni Muncipi, la pulizia sia prevista solo 1-2-3 volte al “MESE”, mentre in altri (il I Municipio ad esempio) sia di 5 volte a “SETTIMANA” … allora, va bene che al centro transitano un numero ben superiore di persone e turisti che “sporcano”, ma non mi sembra neanche tanto corretta una simile disuguaglianza con altre circoscrizioni al di fuori delle mura … tutto questo mi sa tanto di : “se hai soldi per permetterti una casa al centro vivi pulito, si fa per dire, altrimenti sei costretto a stare nella spazzatura”.Ci sono quartieri dove per la presenza di mercati rionali, uffici e cittadini, sono popolosi tanto quanto il centro se non di più…allora che facciamo, dobbiamo vivere nella sporcizia solo perché siamo al Prenestino, per esempio, e non ai Parioli o Belle Arti ? Riporto sempre l’esempio di altri capitali europee dove le periferie  vengono spazzate ed addirittura LAVATE con la stessa frequenza del centro, perché tutti i cittadini meritano lo stesso trattamento e cioè di vivere nella pulizia ed igiene ….. MA FORSE A ROMA NON E’ COSI’ !!!!!!!!!

Sono sporco TENGO A PRECISARE CHE HO DOVUTO SOLLECITARE NUMEROSE VOLTE L’AMA AFFINCHE’ AUMENTASSE LA FREQUENZA DI SVUOTAMENTO DEI SECCHIONI E LA PULIZIA STRADA DOVE ABITO IO, POICHE’ IN ALCUNE GIORNATE SI NAVIGAVA NELL’IMMONDIZIA …. DA AGOSTO A SETTEMBRE ERAVAMO POI COME NAPOLI IN QUESTI GIORNI … NON SVUOTAVANO E NON PULIVANO PIU’ …. NETTURBINI IN FERIE ? MA SOLO FUORI DALLE MURA ??

da degradodiroma : da oggi il link segnalato è posto nell’elenco dei collegamenti

Commenti

1. degradodiroma - ottobre 16, 2006

Bene, ho fatto un giro sul sito segnalato e ho avuto delle sorprese ! Ad esempio nella strada dove abito dovrebbero venire a pulire 3 VOLTE AL MESE, neppure una frequenza di 1 volta a settimana … una strada che è utilizzata quale transito e sosta di furgoni del mercato adiacente … ma almeno pulissero quelle 3 VOLTE AL MESE, no non fanno neppure quello, gli spazzini incaricati del servizio, spazzini NON VEDENTI e NATI STANCHI, come li ho da tempo ri-battezzati. Altra strada del quartiere, per la quale in quel foglio “CARTA STRACCIA”, dici bene Romina, del Comune, è indicato che passano 2 volte a settimana, ma dove ???, ma chi ???, ma quando ??? c’è mondezza accumulata da settimane …
No Alessandro, quel foglio prendilo con il beneficio d’inventario e non ti arrabbiare. Non c’è una periferia e non c’è un centro … Roma è una MONNEZZA ovunque, come ti giri ti giri …
E allora dice bene Romina … è un documento veramente ESILARANTE … e allora prendiamola a ridere !!!  😀

Laura

2. Luciano - ottobre 17, 2006

Precisazione dalle periferie, quadrante Nord Ovest, Municipio XVIII, Suburbio Aurelio/Montespaccato/fu Borgata Fogaccia: nella maggior parte delle strade del mio quartiere (ma NON HO DUBBI che la situazione sia la stessa all’Alessandrino piuttosto che a La Rustica o altrove), la mia compresa quindi so quel che dico, su quella “CARTA STRACCIA” c’è scritto che DOVREBBERO passare a pulire “una volta al mese”. Notifico ai frequentatori del blog che la frequenza REALE, per le succitate pulizie, è O “OGNI SOLSTIZIO” O “OGNI EQUINOZIO” (ad ANNI ALTERNI): in pratica, una volta – fatta male – ogni sei mesi… 😉
Se fosse un’amante in carne ed ossa bhé…l’ “Ama” sarebbe scarsina parecchio… 😦
Approfitto dell’occasione “pubblica” per rinnovare i miei COMPLIMENTI a Laura per questo blog e i miei eufemistici “complimenti” all’amministrazione capitolina.
Passo e chiudo.

Luciano

3. rita - dicembre 15, 2007

sicuramente la nostra città non è un esempio di pulizia…..ma oltre allo sforzo che fanno molti ma molti operai del settore…..non sarebbe il caso di collaborare? siamo noi che sporchiamo e rendiamo invano il lavoro di chi lo fà seriamente e con molte difficoltà

4. paola - aprile 11, 2008

sono daccordo con Rita ogni persona si dovrebbe prendere le propie responsabilità e cercare di sporcare il meno possibile non diamo le colpe alle persone che fanno il loro lavoro per coprire i nostri difetti da sporcaccioni. quando cammino nelle strade della mia bella città vedo persone che portano a spasso i cani senza avere con loro il sacchettino raccogli popò,oppure mangiano e bevono usando come cestino il marciapiede avendo vicino quei cestini verdi

5. Rodolfo - novembre 26, 2008

Salve a tutti! Sono d’accordo con Paola! ma voglio darvi alcune informazioni. Le frequenze di spazzamento non le decide AMA ma l’amministrazione comunale, e rientra nel contratto dei servizi, poi vogliamo parlare dei cani (discorso già ampiamente ripetuto da voi). Poi dei giardini pubblici non di competenza ama ma del servizio giardini del comune di Roma cosa ben distinta da ama. Poi vogliamo parlare dei proprietari di verde privato che affacciano su suolo pubblico? dovete sapere che chiuque ha un albero o siepe che affaccia su marciapiede è tenuto a pulire le foglie che cadono….per non parlare delle siepi che non vengono tagliate creando una giungla sul marciapiede! Poi vogliamo parlare di chi da da mangiare (giustamente) ai gatti randagi, dovete sapere che chi lo fà è tenuto a pulire dopo che i gattini hanno mangiato e non a lasciare in terra gli avanzi del pasto affrancando la scusa “domani quando porto l’altro pulisco, quel cibo diventa rifiuto e sporcizia…deve farlo subito!
Non bisogna mettere dei vigilini, ma pretendere dalle persone educazione siamo in Italia non in un paese del terzo mondo!
Quindi io ritengo che se le cose non funzionano bisogna farsi sentire ma prima informiamoci bene con chi dobbiamo prendercela!!!! Un saluto ed un ringraziamento! Rodolfo


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: