jump to navigation

Tevere : Full immersion nell’immondizia settembre 29, 2006

Posted by degradodiroma in Accampamenti, Pubblicate, Segnalato da ..., Sporcizia.
trackback

Segnalato da : Lauretta T.

In gita sul Tevere un fiume di degrado: full immersion nell’immondizia

VORREI pregarvi di pubblicare questo mio grido di dolore affinché possa arrivare alle orecchie giuste e volenterose. Domenica 17 settembre ho fatto la tanto desiderata gita sulla barca della città di Roma da ponte Marconi agli scavi di Ostia Antica. Pensavo di trascorrere una bella giornata immersa nella natura ad ammirare la flora, le paperelle, le anatre, i cormorani, gabbiani… Invece ho ammirato immondizia da tutte le parti. Partendo dal parcheggio (ridotto a discarica e con un cagnetto nero abbandonato), per arrivare alla barca si segue una stradina in abbandono, invasa dai rovi e contornata da porcherie di tutti i tipi. Ci tengo a sottolineare che il comandante e equipaggio sono gentilissimi, quindi c’è da dire solo del bene. Il peggio arriva quando la barca salpa e “ammiriamo” le sponde del nostro fiume trasformate in grandi discariche a cielo aperto. Inoltre dagli alberi penzola di tutto perché le piene portano via dalle discariche l’immondizia che quando il fiume si ritira fa bella mostra di sé. Il fiume è disseminato da migliaia e migliaia di bottiglie di plastica e di qualunque cosa galleggi. Ho visto le facce allucinate di un gruppetto di turisti. Viviamo nella più bella città del mondo e noi la bruciamo così in modo che i turisti portino via anche questo ricordo orribile. Alla fine della gita il commento di tutti i passeggeri è stato: «E’ una vergogna». Vorrei invitare il ministro dell’Ambiente, il sindaco Veltroni, Legambiente, il Wwf e tutte le autorità competenti a fare questa gita e sicuramente saranno d’accordo con me e con le persone che hanno a cuore questa nostra città che occorre urgentemente provvedere a bonificare il nostro bellissimo fiume senza fare a scaricabarile perché in questo modo non si ottiene nulla.

(vedi articolo del 17/06/2006 Per una mia carissima amica)
 

Pubblicato il 24/09/2006 da :

  • Il Messaggero

Advertisements

Commenti

1. pancrazio - ottobre 18, 2006

Quello che vedo nella mia città (Velletri , antico Belitri cioè bella) è sovrapponibile a quello che leggo di altre città . E’ uno schifo. Chiedo aiuto alle autorità competenti affinche’ facciano qualcosa. Cassonetti strapieni con immondizia al di fuori degli stessi per giorni e giorni.
Facciamoci sentire con la voce del blog adesso e mandando a casa questi amministratori alle prossime elezioni.Sindaco Cesaroni se sei un vero Velletrano datti una mossa.

2. danilo - marzo 15, 2007

Questo e’ tutto quello che ci ha portato essere dentro una comunita’. Tanto interessa veramente a pochi, la nostra citta’ sta cadendo dentro un vorticoso degrado. Sembra che invece di andare avanti stiamo facendo dei grandissimi passi indietro.
Ecco quale e’ stato il risultato di far entrare una nazione come la Romania dentro la comunita’ europea.
Stiamo subendo una invasione, da parte di tutte queste persone che non portano assolutamente nulla di costruttivo alla nostra società, ma che al contrario la degradano.
Ed invece di trovare delle soluzioni fattibili, stanno decidendo di modificare la BOSSI/FINI, che ve lo dico a fare.
Qui non si tratta di essere razzisti è che tutta questa gente rovina noi e la nostra citta.

3. Mauro - marzo 15, 2007

In parte hai ragione Danilo, però pensa che la scorsa estate sono stato in Svizzera… e nei fiumi svizzeri ci puoi nuotare… su ogni parte che passa nei centro città cittadini rasano periodicamente l’erba degli argini e dove gli argini sono più grandi piantano fiori bellissimi e piazzano panchine per poter piacevolmente sedersi e godere dei bei panorami.
L’acqua è limpida.

Ci sono tantissimi rumeni anche in Svizzera.
L’anno scorso è aumentata del 150% la presenza di albanesi.
Però la convivenza civile è meravigliosa e il rispetto delle regole vale per tutti, svizzeri e non.

E a Roma? 🙂

4. andrea - marzo 16, 2007

ok la svizzera è un paradiso! ma lì il contesto integrativo e socio-culturale è diverso! qui le persone cercano solo di tirare a campare e inoltre non si fa nulla per risolvere un problema davvero al limite delladegenerazione!!!!sull’aniene spero che sgomberino subito tutti i rumeni.non è razzismo.è che non si può lasciare l’area del a parco naturale valle dell’aniene a i rom.è che cavolo ma mica siamo al paese della cuccagna !

5. andrea - marzo 16, 2007

perchè non si assedia il campidoglio come hanno fatto i cittadini delle cittadine vicine a roma e si dice o si risolve il problema rom o qui non si pagano le tasse.e scioperiamo!!so che è assurdo quello che propongo ma sul serio occorre mettere mano.sgombrare ok,ma poi occorre delocalizzare bene in centri in cui non si possano far proliferare micro-criminalità e droga.comunque io ho una baracca a ccanto alla mia proprietà!!!!!!penso di essere l’unico che a roma ha i rom a meno di tre metri dal giardino!!!! è l’ama e l’acea non fanno niente seppur siano tre mesi che sono a conoscenza della cosa!!!!

6. Ricciotto - marzo 22, 2007

Ma che c’entrano i Rom, e i Rumeni? Non ci fossero loro accuseremmogli alieni. Tutti quelli che vedo imbrattare muri, scartare le sigarette e buttare la plastica per terra, lanciare bottigliette dall’auto in corsa (!!! a Piramide) sono italianissimi.
Anche la Svizzera sarebbe ridotta un cesso se i suoi cittadini avessero la nostra stessa educazione civica. Ho visto genitori buttare fuori dalla macchina scatole vuote di merendine davanti ai figli. Dove volete che finisca tutta ‘sta roba?
Ma facciamocelo un esamino di coscienza ogni tanto, no? O continuiamo con l’Italietta che tira a campare, tanto è sempre colpa di qualcun altro?

7. Greko GFCREW - marzo 22, 2007

Grazie, è da tempo che desideravo portare qualche amico a fare questa esperienza sul tevere che anche io non ho mai fatto. Cosi’ mi hai evitato una brutta figura.

Io adoro il tevere ma devo ammettere che ho visto troppe volte gli argini e le acque stesse lasciate all’incuria più imbarazzante.
Sono sicuro da semplice incompetente che sono, che si possa togliere la sporcizia che pende dai rami, che si incaglia sotto i piloni dei ponti, ecc… oramai l’immagine delle palle e delle bottiglie di detersivo che saltano dalle spumeggianti acque del tevere sotto l’isola tiberina è diventata una cosa folkloristica.

Anche l’aniene purtroppo è ridotto ad una fogna soffocata dall’incuria e dall’indifferenza. A Roma pare che non esista area naturale che sia totalmente limpida ed equilibrata che riesca a farti lasciare alle spalle per un momento il degrado imperante che cè.

Buffoni tutti quelli che hanno pubblicizzato questa novità dei battelli sul tevere che io da fesso credevo fossero suggestivi. Buffone Veltroni che avrà fatto ai tempi, il giro di inaugurazione senza avere occhi e interesse per vedere il pattume sotto gli occhi.

8. Smemo73 - maggio 17, 2007

Le immagini si commentano da sole……

9. roberto - agosto 10, 2007

io vorrei dire una cosa,non ho fatto ancora una gita sul biondo fiume,e me ne vergogno perchè noi romani siamo un popolo veramente ignorante,dato che le bellezze della nostra città oltre a non curarle non le conosciamo affatto;però dopo quello che ho letto inviterei tutti gli assessori,il sindaco in primis e tutte quelle persone che vengono pagate profumatamente per stare dietro una poltrona a firmare le carte per i “furbetti del quartierino”,a farsi un giro nei meandri di roma,quella roma che non fa parte dei salotti bene,delle persone con la puzza sotto il naso.Forse quella Roma più popolare dove il degrado è all’ordine del giorno,mettersi una mano sulla coscienza per vedere se quei soldi che guadagnano a fine mese sono giusti o no,perchè lasciare marcire la città eterna è da criminali.
Per quanto riguarda il nostro senso civico,credo che qualcuno abbia ragione a dire che dovremmo cominciare ad essere noi romani primi fra tutti più legati al rispetto della nostra città.Il problema degli albanesi,dei rom c’è sempre stato,purtroppo sta peggiorando con il tempo perchè si è arrivati alla quasi anarchia.

10. Fabio C. - gennaio 6, 2008

Ciao a tutti,

volevo raccontare a tutti il mio disagio, da un po di tempo mi guardo intorno a roma, specie in periferia, e inizio ad acquisire la consapevolezza che questa città, specie in periferia, ha iniziato un degrado irreversibile.
Ci sono dappertutto vere e proprie discariche a cielo aperto, che chiaramente non vengono ripulite e non lo saranno mai.
Come si fa a modificare questa situazione ? Applicando la legge ?! rieducando i romani ( perchè roma è NOTEVOLMENTE più sporca di molte altre città italiane che conosco !) ?
E non mi dite che sono gli stranieri, perchè di romani che gettano dal finestrino fazzoletti, buste di immondizia, bottiglie ne ho visti a centinaia.
Voi come la pensate ?

11. degradodiroma - gennaio 6, 2008

Qualche opinione la trovi su : Roma è sporca .. perchè ..
Per il resto ti posso dire che in oltre un anno di blog, e quindi, e-mail, telefonate ai numeri verdi AMA, al Comune di Roma ecc.. nulla è cambiato. Detto ciò comunque ancora non mi rassegno.
Laura


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: