jump to navigation

Volontari per Roma maggio 15, 2008

Posted by degradodiroma in Idea, Le mie segnalazioni.
trackback

Un piccolo passo verso la realizzazione di un sogno ? 

Oggi sul giornale “Libero” di Vittorio Feltri, nella cronaca di Roma, trovate un piccolo articolo su i

“Volontari per Roma”

il mio sogno-idea proposto in

 

I have a dream

Ringrazio Rita Cavallaro, del quotidiano “Libero”, per la piacevole e simpatica intervista, e Fabrizio Santori per aver agevolato il contatto. 

Laura

About these ads

Commenti

1. Degrado Esquilino - maggio 15, 2008

Una eccellente idea come di consueto rovinata, stuprata e imbrattata con lo spirito di parte. Con la pulsione alla divisione e all’odio. Con il solito atteggiamento da zitelletta incallita e incorreggibile.

I volontari per Roma, secondo l’ignobile lettura di questa città che viene fatta su questo blog, sarebbero da ‘pescare’ solamente nell’elettorato di Alemanno. Una cosa che sarebbe ridicola se non sarebbe tragica.

Io Alemanno non l’ho votato, ma non ci penserei un istante a dargli una mano facendo il volontario per la mia città. Anche domani. Anche oggi. Anzi, già lo faccio: proponendo ai miei lettori un blog che affronta il problema, noncerto una gazzettina di fazione utile solo a solleticare le mie idee politiche pre-moderne e da Seconda Repubblica.

Attendiamo ancora in riva al fiume un cambiamento di atteggiamento da parte di questo e di tutti i blog che continuano a parlare della città dividendola in fazioni e in clan. La città va divisa solo tra chi le vuole bene e chi, invece, la strumentalizza. Spero non vogliate ancora star molto nel secondo novero.

2. degradodiroma - maggio 15, 2008

Ma cosa Vi fumaTe al mattino ?
Ma cosa Vi beveTe alla sera ?
SieTe puntualmente ed immancabilmente persona con il livore e la schiuma alla bocca.

Ma di quale odio parlaTe ?

L’odio traspare solo e soltanto dalle Vostre parole e Vi buca come al solito la pelle ed il cervello.

Laura

3. facethetruth - maggio 15, 2008

Complimentoni Laura, ottima intervista, hai fatto un buon lavoro e il tuo blog ormai è un’importante punto di riferimento!
Ciao!

Snake

4. Paolo - maggio 15, 2008

Faccio i miei complimenti al blog. Sono un assiduo lettore, anche se mi sono sempre astenuto dal commentare.

Stavolta pero’ non ho potuto resistere, dovevo condividere un mio pensiero. Ritengo gli interventi di questo “Degrado Esquilino” inutili, offensivi ed inopportuni. Se non condivide le opinioni di questo blog, potrebbe rivolgere la sua attenzione altrove, piuttosto che attaccar briga per il puro piacere della contestazione. Credo che qui non manchera’ a nessuno.

Un consiglio per DE: l’invidia ed il rancore sono una pessima cosa. Cambia atteggiamento e vedrai che ci guadagnerai in salute.

5. Degrado Esquilino - maggio 15, 2008

Storicamente non c’è alcuni dei miei commenti, che mi spiace vengano letti come offensivi senza che vi siano contenute offese, a cui venga data una risposta di merito e non di forma. Questo, credo, la dice lunga. Rispondo a commenti di contorno (bava alla bocca??) tornando al succo. Attendo precisazioni e smentite sul fatto che la “milizia del decoro” possa e debba essere formata esclusivamente dai settecento e passa mila che abbiano votato per Gianni Alemanno.

Sono certo che la barbarica affermazione sia smentita nel breve volgere di pochi minuti.

6. Romina - maggio 15, 2008

Volgi il tuo sguardo alla grammatica e alla consecutio, più che misurarti in arzigogoli che diano senso al tuo dire, caro candidato ( e non eletto, par bleu!) nella Lista civica per Rutelli.

7. degradodiroma - maggio 15, 2008
8. Cirilla - maggio 15, 2008

Dedicata a Degrado Esquilino

LA “ROMANELLA”

Mì nonna, benedetta indó riposa,
se comportava come ‘na formica
e puro si avanzava ‘na mollica
l’utilizzava per un’antra cosa.

Perciò er dovere primo d’ogni sposa,
pure che costa un’oncia de fatica,
è d’esse sempre, a la maniera antica,
risparmiatrice, pratica e ingegnosa.

Si avanza un po’ de pasta, mai buttalla:
se sarta co’ un po’ d’acqua solamente,
pe’ falla abbruscolì senz’abbrucialla.

E la riuscita de ‘sta Romanella
che fa faville e che nun costa gnente
dipenne da ‘na semplice padella.
Aldo Fabrizi

Due commenti:
1) è una poesia in romanesco perchè forse è un linguaggio più conosciuto da DE visto che con i “condizionali” evidenzia una esigenza di rinforzo……(“Una cosa che sarebbe ridicola se non sarebbe tragica”. E’ quella definita RISPOSTA DI MERITO!?)
2) La “Romanella” potrebbe insegnarci a metterci tutti insieme, al di la dei credo politici, come DE invoca. La “gazzettina di fazione” fa un egregio lavoro da due anni, come “‘na formica”. Ha forse fatto poca politica, perchè è espressione di singoli cittadini come me stufi di balle, faziosità e strumentalizzazioni che vanno a colpire sempre il ceto di quelli che tirano il carretto e si fanno il mazzo. Nè politicanti, nè assistiti, ne proletari solo lavoratori invisibili! La “gazzettina” ci da voce, manifesta delle idee politiche? Da quando non siamo più in democrazia?
RicordateVi la “ROMANELLA” ….non è che DE “rosica”?!

9. fabio - maggio 15, 2008

Ormai si è capito, Cirilla, che hai l’opera omnia di Aldo Fabrizi.

10. nicoletta - maggio 15, 2008

Lauraaaa!!! grande! Corro a comprare il giornale!!!

11. nicoletta - maggio 15, 2008

a latere: vogliamo parlare della decisione di eliminare quell’orrido ascensore del vittoriano? un altro regalino della coppia cip e ciop??

12. Romina - maggio 15, 2008

Sì e quando sono andata era decisamente sotto-utilizzato perchè il biglietto per salirvi è di, spero di ricordare bene, 7 e.

13. Cirilla - maggio 15, 2008

Fabio li ho tutti i poeti romaneschi!
Sono una romana doc di borgo pio, a casa da piccola ho mangiato pane e dialetto…nella nostra cultura familiare c’è il “vizio” di parlare per citazioni e pezzi di poesia (penserai:….e si vede!)
Se vuoi Ti parto con Zanazzo, Berneri …Trilussa o Belli.
e poi mica stiamo a parlare di MILANO!!!!
continuo con Zanazzo…..

“Costui tra’ Romaneschi è il più temuto,
S’è il capotruppa della gente sgherra,
Ben disposto di vita, e nerboruto,
Bravo alla lotta i più forzuti atterra.
Quando poi de fa’ sangue è risoluto
Fa prove co’ la fionna e con la sferra ,
E ben lo sa, chi con lui buglie attacca.
Se chiama, e se ne grolia, Meo Patacca”.

Potremmo fare il “Gruppo Meo Patacca” altro che “milizia del decoro” ….per citare il forzato coinvolgimento storico-politico stigmatizzato da DE!
sempre vostra Cirilla

14. fabio - maggio 15, 2008

Bello, Zanazzo. Tempo fa avevo trovato questo su youtube:
fabrizi1
fabrizi2

15. Cirilla - maggio 15, 2008

Belli i filmati Fabio
Peccato che non ci sia più nessuno di tale spessore che mantenga viva la cultura e la tradizione della nostra città.
Grazie del dono!

16. RondoneR - maggio 15, 2008

Laura complimenti! Daje!!!

Però non fare anche tu marchette giornalistiche

QUIc’è il link del tuo articolo senza costringerci a comprare il quotidiano. Chi vuole si registra.

Liberi di non pagare Libero (né gli altri che già prendono un po’ di soldi anche da noi :)

ps. esquilotto basta di rosicare, forza, un po’ di dignità!

17. degradodiroma - maggio 15, 2008

Grazie Rondone. Questa mattina ancora non era disponibile … 8)
Ciao.
Laura

18. Degrado Esquilino - maggio 15, 2008

L’ultima volta a cui mi era stato detto “rosichi” in risposta a commenti sferzanti o negativi erano gli anni ottanta. E facevo le scuole medie. Ci manca solo “specchio riflesso” e “ci sarai tu e tutta la palazzina tua”. Mi compiaccio e complimento per l’allure vintage del vostro eloquio.

Forse debbo rivalutare Laura. Le -frequentissime- cadute di stile del blog (“i volontari per roma li prendiamo in coloro che hanno votato Alemanno”, fa venire i brividi solo a ripeterla) sono fatte non magari credendoci davvero, ma solo per assecondare una insulsa genìe di lettori che si palesano in commenti da undicenni allo sbaraglio che si scagliano, replicando a commenti precisi accuse vaghe, contro le voci fuori dal coro.

Rosicare, poi, di grazia, ma per che cosa?

19. Cirilla - maggio 15, 2008

Intanto chiariamo l’etimologia.

Rosicare: rodersi l’anima, struggersi per l’azione, le parole o l’atteggiamento di una persona. In particolare se non si ha modo di intervenire in merito.

Esempi:

“Quel blog lì me fa troppo rosicà” (Non sopporto il blog perchè è meglio del mio, il solo vederlo mi infastidisce)
“Non t’ho risposto per educazione, ma sto a rosicà!” (Questo è un cattivo esempio perchè DE risponde ad anche fuori dai denti!)
“Ma che me voi fa rosicà?” (Mi racconti di aver fatto una cosa che io non ho mai potuto fare pur volendolo, ti sto invidiando……..e qui la capiamo tutti qual’è sta cosa……coinvolgere i “media” e gente nuova che contribuisce al blog)
“So arivato tardi e l’idea del “DREAM” l’ha avuta Laura: che rosicata!” (Uno spiacevole contrattempo mi ha tolto una possibilità di azione interessante: è un episodio davvero spiacevole)

Di grazia (?! lo usa DE questo temine da “insulsa genie” oserei dire “old fashion” quindi, lo riprendo e suoniamo le stesse corde….) GENTILE E PROFONDO interlocutore le trova sufficienti queste spiegazioni del verbo “ROSICARE” rapportate al blog che ci ospita ed a DE?
Mi compiaccio anch’io per il suo eloquio….

20. Degrado Esquilino - maggio 15, 2008

Bha, non capisco ancora l’utilizzo di questo verbo che, ripeto, mi fa più che altro ricordare le scuole medie manco fosse la versione 3.0 del sistema operativo DOS.
Detto questo se, talvolta, mi trovo in sprezzante disaccordo con quanto Laura scrive e manifesto dissenso, significa solo che sono in disaccordo e manifesto dissenso, non certo che rosico.
Poi, visto che sono poco avvezzo a tale terminologia da stadio o da bar-sport, fatemi capire l’accezione in cui lo utilizzate così mi spiegherò meglio. Sempre se occorre, e spero di no.

21. nicoletta - maggio 15, 2008

Caro DegradoEsquilino, sono un’insulsa lettrice del blog di Laura. Scusi se mi permetto di rivolgere la parola a Lei, persona intelligente e colta (sicuramente più dei frequentatori di questo blog), e pertanto aperta e disponibile al dialogo anche con una minus habens come me. Perché non dà Lei l’esempio per primo e non si iscrive ai Volontari? Sarebbe un bel messaggio bi-partisan? No? Ammesso che poi possa sopportare la compagnia di persone tanto insulse…. certo, in tal caso capirei il suo NO…

“I volontari per Roma li prendiamo in coloro che hanno votato Alemanno”: dove sta questa frase? (frequento il blog da poco, forse mi è sfuggita…)

Mi permetto poi di farLe presente che il verbo “rosicare” a Roma si usa ancora… avoja se se usa! Il Romano, grazie agli Dei, non è ancora una lingua morta (Cirilla docet!).

DETTO CIO': ragazzi (quelli insulsi, e quelli che si vorranno accodare alla nostra insulsaggine) damose da fà! questo è solo l’inizio! Basta con le polemiche, andiamo avanti per la nostra strada :-) Il messaggio che deve passare è quello della voglia di fare, non di stupide polemicucce da scuola media… che palle!

22. Albert1 - maggio 15, 2008

Scusate se arrivo solo adesso, ma sono stato un po’ lontano dai computer (ogni tanto ce vò).

Laura, complimenti veri per questa bellissima novità e per l’idea tutta, ovviamente (ca va sans dire) mi metto a disposizione, anche perchè non mi sarà difficile continuare a fare quello che già faccio. Ovviamente propendo per la sicurezza, quindi il mio contributo è da quella parte lì…

Ma ‘sto DE (e scusami, ci ho provato a sorvolare, ma non si può), ripeto, ‘sto Massimiliano, DegradoEsquilino, Fratello Blogger, perchè insiste ? Allora, o lo paghi tu per fare lo Sgarbi della situazione e innescare le polemiche che aumentano il numero di commenti sul blog ;) oppure soffre di amnesia cronica ricorrente. Non ricordo il titolo, ma qualche anno fa c’era un film (ne hanno fatti diversi sul tema) dove il protagonista ogni sera era colpito da un’amnesia totale, e ogni mattina ricominciava a vivere senza ricordarsi nulla del giorno prima.

Massimiliano, a meno che tu non legga o ignori scientemente i miei commenti, sono certo di averti risposto più di una volta nel merito, come pure nella forma. Di nuovo nel merito, quello che non capisco è perchè ti ostini a pretendere che questo Blog faccia quello che dici tu. E quando vedi che (ovviamente) questo non accade, ti stranisci pure.
Allora, tu hai il TUO bel Blog, apolitico, apartitico, neutrale, per il solo bene del Rione e della Città tutta, senza appoggiare questo o quello, fatto benino benino come dici tu ?

Bene. Bravo. Ci sei riuscito.

Ma perchè insisti e persisti nel pensare che sia l’unica via percorribile ? Perchè ogni volta che esce fuori l’evidente tendenza politica di questo Blog e di Laura ti meravigli, ti indigni, rompi i cog**oni e (a volte) offendi pure ? Perchè ripeti tipo disco rotto questo tuo “mantra” che sinceramente ce le ha fatte a peperini ?

L’idea di farti i Blog tuoi e di non scassare i Blog altrui non ti sfiora ? Possibile che tu debba ancora battere su questo tasto ?

Che, peraltro, se è vero quello che dici, cosa ti cambia se l’impegno e l’aiuto vengono da destra, da sinistra, dal centro o dall’alto ?
Ovvio che se siamo qui è perchè vogliamo il bene di Roma, altrimenti ce ne staremmo su un blog di Napoli. Quindi, alla fine, che ti frega ?
Altrettanto ovvio è che la tendenza politica della maggioranza dei frequentatori di DegradoDiRoma sia verso destra, senza misteri o stranimenti.

Quindi, dov’è il problema ?

Si può sapere una volta per tutte ?

Grazie.

23. Andrea Rossi - maggio 15, 2008

Io credo che soprattutto a livello locale le tendenze politiche contino fino ad un certo punto, io credo che se Roma fosse stata amministrata meglio questo blog nemmeno sarebbe nato, il dato di fatto e’ che negli ultimissimi anni delle amministrazioni di centrosinistra Roma e’ stata un po’ abbandonata da un Sindaco troppo preso con la sua carriera politica, molti dati elettorali ci dicono che in ambito locale le ideologie valgono poco, c’e’ stato un momento in cui Veltroni ha raggiunto quote di gradimento elevatissime cio’ significa che era gradito anche da persone che normalmente votavano centrodestra, la stessa cosa e’ successa ora con Alemanno, molte persone teoricamente vicine alla sinistra lo hanno preferito ad un candidato sindaco svogliato ed a una amministrazione che negli ultimi anni ha pensato troppo alle feste dei ricchi ed ha abbandonato i cittadini e soprattutto le periferie di questa meravigliosa citta’.

Alemanno ora ha la fiducia di molti di noi, ma lui stesso sa benissimo che i romani sono cittadini molto disincantati pronti a punire elettoralmente un Sindaco che si dimostrera’ inadatto.
Ad esempio ora per me Alemanno rappresenta la speranza di cambiamento ma se ad esempio restituira’ le licenze dei tassisti confiscate dalla magistratura cio’ sarebbe a mio parere molto grave, soprattutto da parte di un sindaco che ha fatto della legalita’ il suo cavallo di battaglia. I tassisti pregiudicati che dichiararono il falso dovrebbero essere cacciati a calci nel sedere e non premiati restituendogli le licenze che rubarono a chi invece meritava.

24. Degrado Esquilino - maggio 15, 2008

Albert, io tendenzialmente non offendo. Taluni, come te in questa circostanza, si offendono da soli semplicemente con quello che scrivono.
Laura ha proposto di creare una falange anti degrado e ha aggiunto che dovrebbe essere formata dagli elettori dell’attuale sindaco. Una assurdità che ho reputato sottolineare.
Tu dunque credi che se uno è daccordo rispetto al post può commentare e se uno non è daccordo deve tacere? Se è questa la policy del blog, basta dirlo.
Il problema non è tanto la mia vena polemica (che ritengo faccia anche bene e, come tu dici, fa pure audience). Il problema è, ogni volta, la tua nauseante risposta che credo metta in cattiva luce anche Laura che appare come colei che manda avanti dei -peraltro noiosissimi- scagnozzi. Cosa che non le passerebbe appunto neanche per l’anticamera.

Cara Nicoletta, il Volontario per Roma io -come tutti i cittadini di buona volontà- lo faccio quotidianamente. E senza adulare questo o quell’altro politico. Solo oggi un’oretta al telefono con un geometra del Primo Municipio a parlare di Segnaletica Orizzontale. E una mezzoretta con l’Ama a parlare di plastica.

25. degradodiroma - maggio 15, 2008

Per Voi … Degrado Esquilino .. un regalo personale ..
http://www.youtube.com/watch?v=Yy2vJHYwg5U
e questo per una lettura più completa

Laura

26. Cirilla - maggio 15, 2008

Caro DE
Il “problema non è la tua vena polemica” ma la tua simpatia….e fammelo di:

SEI SIMPATICO COME ER PRIMO MAGGIO DE DOMENICA!

27. nicoletta - maggio 15, 2008

Ahò… lui “tendenzialmente non offende”!!! :-) :-)

Vabbè, bravo DE, ti occupi anche tu di volontariato per Roma? Bene, più semo e mejo stamo! O no? Alla fine non dobbiamo fare il bene della Città? O abbiamo perso di vista lo scopo di tutto questo gran parlare, tra una tua non-offesa e un’altra?
Tu fallo alla maniera tua. Noi proviamo a farlo alla maniera nostra. Se ci riusciamo, tanto di guadagnato per Roma e i Romani. O sbaglio?

Si potrebbe ora e quindi tornare a parlare di cose serie?
Grazie!

28. degradodiroma - maggio 15, 2008

Ok Nicoletta .. si scherzava tra “”””amici”””” .. ma ora si riprende la marcia 8) :D
Laura

29. nicoletta - maggio 15, 2008

Meno male, cara Laura!! :-)

30. Albert1 - maggio 15, 2008

No, Massimiliano, non ci siamo capiti.
Io intendo dire (e stavolta nauseati pure, perchè ne hai ben donde), che a me personalmente (e non come scagnozzo quale peraltro non sono e non sono mai stato) hai sfiancato i c.o.g.l.i.o.n.i.

Punto.

Nothing more.

Quello che più mi fa storcere è che in altre situazioni sei una persona ragionevole e per certi versi piacevole, mentre qui ti affacci solo per l’attività di cui sopra.

Appurato che nemmeno stavolta hai ritenuto opportuno rispondere alla mia domanda devo desumere che il problema sia proprio lì.
Su questo Blog, mio caro Massimiliano, ti comporti come un rompicog**ioni in malafede.

E questo mi stanca.

31. Anna - maggio 15, 2008

benissimo,
ho letto tutto, e ora mi aggiungo al coro:
Massimilià…me spieghi te se con i tuoi amici parli italiano puro modello Dante / Manzoni(ovvero sei andato a sciacquar panni nell’Arno), o parli romanaccio come noi?
no perchè trovo futile e “idiota” puntare il dito contro chi utilizza il dialetto, io personalmente ne uso 3 il romanaccio e due dialetti sardi, e in più, guarda, parlo anche italiano e in maniera forbita. I dialetti vanno salvaguardati, non lo sai che sono patrimonio della Cultura e non solo in Italia, ma in tutto il mondo!
detto questo a difesa del mio dialetto preferito, passiamo alle accuse che muovi a Laura: sinceramente non comprendo cosa ti ha fatto, cosa ha detto? io non ci trovo nulla di male. Non ti sta bene ciò che leggi? liberissimo di non venire più qui a leggere codesto blog!
Se tu fossi una persona più umile educata e permettimi, intelligente, comprenderesti da solo che davanti al bene di Roma, la nostra città che tutti amiamo, certi dissapori vanno messi da parte, e va visto il bene comune, ciò che fa di Roma una città più vivibile!
buona notte caro, dormici su…e vedrai che col tempo riuscirai a superare i tuoi dissapori politici e ad andare oltre la rosicata!

un bacio a te Lauretta, e a tutti i “supporters” di degrado di roma

PS regà se beccamo da ste parti…vedo un po’ de tornà a scrive più assiduamente qua…nun prometto nulla, ma ce provo eh! (quanto è bello il romano) DAJE!

32. Degrado Esquilino - maggio 16, 2008

Caro Albert, non si capisce perché i miei commenti -spesso negativi- su questo blog sono insistenti e ripetuti e sono una ROTTURA DI COGLIONI, mentre le tue risposte anch’esse sempre uguali, insistenti e ripetute non debbano esserlo allo stesso modo.

Ti inviterei a non fare il bue che dice cornuto all’asino. Anche perché è esercizio inutile.

Tra l’altro io ogni volta punto l’indice su un preciso problema (nella fattispecie l’idea che i problemi della città siano di destra e di sinistra, che trovo un’idea aberrante e quando leggo che dici “questo blog è frequentato da gente di destra” -proprio negli stessi giorni in cui puranche gli stessi partiti ‘tradizionali’ hanno assolutamente capito che queste definizioni ottocentesche non esistono più e oggi stesso vanno a pranzo insieme a concordar riforme- mi consolo solo pensando che dopo averlo scritto te ne vergognerai per dieci giorni), dicevo io punto l’indice ogni volta su un preciso problema, sempre diverso, tu invece punti l’indice sempre su di me. Sottolineando ogni volta che ti rompo i coglioni… Insomma io sarò monotono, ma forse non più di te.

Ti ringrazio quando mi fai da tutore legale dicendo che “ogni tanto sono ragionevole”. Ti sottolineo però che lo sono sempre (ti garantisco che ho tanto di quel lavoro da fare che se inserisco commenti in qualche blog non lo faccio per provocare o per perdere tempo, ma perché credo nella ragionevolezza di quello che dico), e ritengo necessario intervenire quando leggo che il problema di eliminare il degrado dalla città viene letto come cosa di destra. Interverrei anche su altri blog che lo vedessero come cosa di sinistra. Ritengo questo modo di approcciare la politica semplicemente “da liceo”. Nella migliore delle ipotesi.

Non mi interessa essere simpatico, ma esclusivamente parlare dei problemi della città. In questo blog se ne parla e dico la mia, non capisco cosa vi sia di destabilizzante. Non rispondo ne a Laura che mi manda a quel paese e ne a chi dice che il “problema è la mia simpatia”. Altri pensano che io parli esclusivamente italiano di Siena solo perché non capivo l’accezione con cui usavano il termine ‘rosicare’. E anche questo si commenta da se.

33. Albert1 - maggio 16, 2008

Eppure mi sembrava chiaro…
Credo di dover rivedere la mia arte oratoria, a volte mi dilungo inutilmente, troppi incisi, troppe parentesi, la gente si distrae e perde il senso di quello che scrivo.

a) Io sono di destra. Anacronistico forse, ma di destra.
b) Il tuo modo di commentare *qui* mi urta.
c) Quando mi rivolgo a te è perchè intendo rivolgermi a te. E’ quindi ovvio che il mio indice sia puntato su di te.
d) Credo che se l’obiettivo è quello di eliminare il degrado poco importa da che parte giungano le soluzioni. Di conseguenza, criticare la “partigianeria” in casa d’altri mi sembra (questo si) un inutile esercizio.
e) (last but not least) Le mie non sono “risposte” a te, sono “domande” a te: ovvio che finchè non ottengo risposta io continui a sottoporle, necessariamente sempre uguali.

In conclusione, sarebbe sufficiente eliminare i termini offensivi, generalizzanti ed indisponenti dai tuoi scritti per rendere i tuoi interventi magari solo inutili, ma perlomeno non irritanti per chi segue questo Blog.

Spero di essermi spiegato meglio questa volta, e tengo a sottolineare che il mio atteggiamento nei tuoi confronti è innanzitutto limitato alla tua condotta su questo specifico Blog e in seconda analisi è strettamente personale, io e te, tu ed io. Non parlo per altri, non parlo di altri. Siamo solo io e te. Che noia che barba, che barba che noia… ;)
Stretta di mano ?


Sorry comments are closed for this entry

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: